Cinema

Black Mass – Recensioni da Venezia 72

La vera storia del boss mafioso Whithey Bulger è al centro di questo discreto film con protagonista Johnny Depp.

28853fdf04e11a84746d32abb79b8d2ab9de0361Partendo dalle dichiarazioni dei pentiti di mafia, Black Mass ripercorre l’ascesa e il declino di Whithey Bulger, spietato boss mafioso di Boston attivo tra il 1970 e il 1980. Diretto da Scoot Cooper e sceneggiato da  Mark Mallouk e Jez Butterworth, il film pesca a piene mani da classici come Quei Bravi Ragazzi, non portando però niente di nuovo al genere gangster. Black Mass ha difficoltà a ingranare, per poi riprendersi in una seconda parte ben costruita e avvincente che però non riesce a nascondere i difetti del film. Quello che manca è una sceneggiatura efficace, che soffre di personaggi mal caratterizzati e che non riesce a coinvolgere mai del tutto lo spettatore.

Il vero asso nella manica del film è uno straordinario e irriconoscibile Johnny Depp. Aiutato da trucco e protesi, l’attore riesce a trasmettere perfettamente la glaciale brutalità del boss Whithey Bulger. Un uomo, come molti dei protagonisti dei film qui a Venezia, che diventa bestia, passando da amorevole padre di famiglia a killer spietato. Nel cast troviamo anche Benedict Cumberbatch, Joel Edgerton, Kevin Bacon Dakota Johnson. Peccato, perché Black Mass rimane un film nel complesso intrigante, al quale manca però quel qualcosa in più per renderlo veramente un successo.

Il film uscirà in Italia l’8 ottobre.

The following two tabs change content below.

Jacopo Msn

Jacopo Mascolini, laureato al DAMS di Roma e su ItasaBlog dal 2014, sta studiando alla Scuola Holden di Torino per diventare uno sceneggiatore di serie TV.
4 Commenti
Torna su