Eventi

Comic-Con 2014: Sons of Anarchy

Ultimo giorno della convention californiana, ma non si poteva terminare senza aver fatto prima un salto a Charming. Godetevi il panel di Sons of Anarchy: lo show è arrivato alla sua ultima stagione, non ce ne saranno altri!

A parlare dei nostri biker di SAMCRO – dagli sfoghi kutteriani alle new entry nel cast passando per la sorte di tutto il gruppo di motociclisti – in una sala letteralmente gremita di spettatori troviamo il dio dei folli, nonché creatore dello show, Kurt Sutter e la moglie Katey Sagal (Gemma); insieme a loro hanno partecipato al panel Kim Coates (Tig), Dayton Callie (Wayne), Mark Boone Junior (Bobby Munson), Theo Rossi (Juice), David Labrava (Happy) e Tommy Flanagan (Chibs). Era stato annunciato in diretta via satellite Charlie Hunnam (Jax Teller), che però è stato bloccato – parola di Sutter – sulla costa orientale da “un importantissimo servizio per la rivista Vogue”. L’attore è riuscito comunque a mandare un video per salutare i propri fan, eccolo qui:

Questo è Charlie Hunnam che vi dice grazie, vi dice che vi ama e vi augura buona notte e buona fortuna

N.d.r.: ovviamente il video è da vedere perché non è solo un semplice saluto ai fan: la video-gag è stata ideata e scritta da Charlie Hunnam stesso, giusto perché lo sappiate.

Kurt SutterOvviamente il panel vero e proprio non può non iniziare senza alcune dichiarazioni di Kurt Sutter, che si trova subito a dover affrontare la domanda sulle sorti dell’eroe Jax Teller: per una volta nella vita Sutter si mantiene vago, dichiarando di saper dove voler fare arrivare la storyline del protagonista dello show ma spiegando che al contempo non gli piace che sia tutto già predefinito all’inizio delle riprese. Al contrario, preferisce cambiare le regole del gioco a partita in corso: ecco perché sta iniziando a montare l’episodio numero quattro, finendo di scrivere l’episodio sette e ciononostante molte trame sono ancora oggetto di mutamenti. Tratti di vero Kurt iniziano ad emergere alla domanda successiva, quella relativa ad eventuali ulteriori morti epiche à la “Sons of Anarchy”:

No, non ce ne saranno. Ma da quando cacchio questo show è divenuto uno show su persone che muoiono? Non c’è nulla di più di questo in Sons of Anarchy? Sigh.

A questo punto prende la parola il regista Paris Barclay, a cui è stato chiesto qual è stata la scena più emozionante della serie. Il regista ha dichiarato che è stata una scena non girata da lui: la morte di Opie.

Eravamo tutti distrutti, in empatia con Opie. Quello è stato il momento in cui ho capito che Sons of Anarchy è reale, e non solo uno show.

Tig e JuiceA questa dichiarazione si è agganciato Kim Coates, rivelando che tutti gli attori si sono presentati sul set per stare con Ryan Hurst mentre girava la sua ultima scena nei panni di Opie Winston.

Prende la parola Theo Rossi, il quale si dichiara stupito nell’apprendere che l’86% delle persone pensino che Juice morirà nell’ultima stagione: “Mi aspettavo almeno il 95%”. Per quanto concerne la violenza nello show, queste le parole di Rossi:

Non penso che sia tutto troppo violento, è semplicemente tutto funzionale al mondo di Kurt. Per come la vedo io, tutto ciò che abbiamo fatto ha un senso… e se pensate che tutto ciò che avete visto finora è brutale, avete un’intera stagione davanti a voi per ricredervi!

Chi tornerà nella settima stagione, per la gioia di Tig, è Walton Goggins nei panni di Venus: a tal proposito, Kim Coates ha dichiarato che è fenomenale e molto divertente quando Venus è sul set. Aggiungendo che la prima volta che gli è capitato di girarci una scena assieme non ha nemmeno dovuto sforzarsi a recitare. E qui torna ad affiorare sempre più la vena provocatoria di Sutter: “Al solo pensarci ho una mezza erezione”. Si sta scaldando (Kurt, s’intende)!

Venendo a Katey Sagal, l’attrice promette che in questa stagione Gemma mostrerà molti più lati della propria persona e personalità. Non sarà più una Gemma che pensa solo al bene dei propri nipoti, ma avrà uno sviluppo più ad ampio raggio: dal punto di vista recitativo sarà una stagione molto soddisfacente. Sempre da questa prospettiva, un’altra esperienza molto gratificante è stata la collaborazione con Courtney Love, che – a detta di Katey – ha fatto “davvero un ottimo lavoro”.

Mark Boone Jr. è chiamato a rispondere ad una domanda che proviene direttamente da Stephen King: vedremo ancora Bobby nei panni di Elvis? L’attore non ha saputo ovviamente rispondere (non dipendendo queste cose dalla sua volontà) e ha lasciato la parola a Kurt, che ha spiegato come volesse inserirlo nella stagione 6, ma con la piega che ha poi preso la storia sarebbe stato un po’ fuori contesto. E probabilmente sarà così anche per la settima stagione.

TommySi passa a Tommy Flanagan, sulla cresta dell’onda per essere da poco entrato nel Twitter-verse, tanto usato dai suoi colleghi:

Sono tutti così belli, meravigliosi, dolci e coccolosi con me: non ricevo altro che amore!

Entrando nel merito dello show, invece, l’attore scozzese si dichiara molto soddisfatto della sceneggiatura di questa stagione, in cui dovrà cimentarsi in grandi scene con Coates, Hunnam e Boone. Le rivelazioni più interessanti sulla sua storyline, però, emergono dai commenti e dalle battutine dei colleghi: sembra che nel settimo arco d’episodi vedremo “molto di più” di Flanagan. Che si intenda in relazione a scene di nudo? Certo è che “quest’anno spezzeremo molti cuori”, come dichiarato da David Labrava. Qui dubito, in realtà, si usi questa metafora nel suo senso romantico-sentimentalista.

A questo punto viene mostrato un promo della settima stagione, promo che mostra Jax in prigione mentre picchia un detenuto, si improvvisa dentista ai danni di un altro collega delinquente e ne tagliuzza un altro ancora. Dayton Callie ammette che questo trailer l’ha fatto cagare addosso!

Drea + CallieDomanda-curiosità ai presenti: se potessero prendersi una cosa dal set, una volta terminato lo show, cosa prenderebbero? Sutter, molto romanticamente, risponde che prenderebbe la moglie, lei ricambia ma ci aggiungerebbe anche le scarpe di Gemma; Kim Coates si porterebbe via la sua moto “Spike”, Mark Boone Jr. invece “Charlie”, Callie la sua roulotte mentre Drea de Matteo vorrebbe portarsi a casa Callie stesso. Flanagan, in una frase che sembra pronunciata direttamente da Chibs, dice che si porterebbe via “l’amore dei miei fratelli e sorelle di set”.

A questa domanda, il regista Paris Barclays risponde porgendo i suoi omaggi ad una persona in particolare:

Uno show come questo non è creato dalla magia – c’è una persona che ha dato a tutti noi l’opportunità di spaccare i culi nel vostro mondo per sette cazzuti anni. Ringrazio infinitamente Kurt per averci portato in questo viaggio – è stata una cavalcata straordinaria!

Commozione da parte di Kurt Sutter, che deve asciugarsi le lacrime, e standing ovation da parte di tutto il pubblico e dei colleghi attori.

Kurt_Standing Ovation

Appena riesce a ricomporsi un po’ (“Sedetevi giù, cazzo, ho una reputazione da difendere!”), Kurt risponde al regista con le parole spezzate dalle lacrime:

Grazie mille, me ne ricorderò. Amo tutti quelli che sono a questo tavolo e la nostra fantastica ciurma, che è una grande pazza famiglia. La cosa di cui sono più grato è il camminare sul set e sapere che tutti sono lì in quanto felici di esserci: tutti sono contenti di venire a lavoro. Questo è il regalo che mi fate ogni giorno, quindi grazie!

Terminato il momento romantico, si torna a parlare di Sons of Anarchy, con Kurt che rivela che sono partite le discussioni sulla possibilità di sviluppare un prequel che tratterà le origini del club per mano di John Teller e Piney Winston: non è ancora chiaro se sarà una serie vera e propria o una mini-serie, ma non vedrà la luce prima di un paio d’anni a partire dalla fine di Sons of Anarchy. Non ci sarà invece nessuno spinoff. Kurt ha sfruttato l’occasione per presentare il  romanzo “Sons of Anarchy: Bratva”, una storia – da piazzare, temporalmente parlando, a seguito della quarta stagione – su Jax, Opie e Chibs che si mettono nei guai con la mafia russa.
Cast SOA SDCC14Svelando qualcosa sulla stagione che arriverà, il produttore rivela che ritroveremo un Jax diverso dal pensatore che abbiamo avuto modo di conoscere sinora: è come se inizi ad indossare i paraocchi, e invece di reagire al caos che lo circonda è colui che lo crea e istiga. Già nei primi quattro episodi vedremo quindi un Jax fenomenale.

Tralasciando un paio di spettatori che chiedono (inutilmente) la disponibilità prima a Katey e Theo di fare un threesome e poi a tutto il cast per una bella orgia, si arriva alle più classiche delle domande: scena preferita vs scena shock. La scena preferita di Sutter è stata lo stupro di Otto all’inizio della scorsa stagione, mentre quella di Paris Barclay (che mi sento di condividere pienamente) è la rivelazione di Gemma nel decimo episodio della seconda stagione. Per il momento shock Theo Rossi vota la prima apparizione di Venus, in quanto “si è visto più di quanto si sarebbe dovuto vedere: c’erano testicoli che volavano ovunque!”; per Katey Sagal, essendo madre di tre bambini (“Tutti ben educati!” – Kurt dixit) , è stato quando ha dovuto puntare una pistola alla tempia di un bambino durante la storyline irlandese. Molti concordano sul fatto che una delle scene più shockanti è stata quella della figlia di Tig nella fossa. Su una cosa sono comunque tutti d’accordo: nella settima stagione ci sarà una scena molto, molto shockante!

Anche per il panel di Sons of Anarchy è tutto. Ma le novità non si fermano a quanto annunciato durante la convention: è notizia di poche ore fa che in un episodio della settima stagione apparirà la star di Glee Lea Michele: ad annunciarlo la stessa attrice in un tweet.

Lea Michele SoA

Il Comic-Con 2014 sta volgendo al termine, ma continuate a seguirci sul nostro blog per gli ultimi resoconti sui panel delle vostre serie preferite. Per quanto riguarda Sons of Anarchy, invece, l’appuntamento è per il 9 settembre su FX e il giorno successivo su Italiansubs per i sottotitoli della premiere di quella che si preannuncia essere una sanguinolenta stagione finale.

FONTI: digitalspy, hitfix

The following two tabs change content below.

Jacopo Zambon

Blogger e traduttore (jakopelosh)
Informatico pigro e realista, nato senza ROM e GPS. Guardiano della notte. Divoratore (di bocca buona) di film, prima, e serie TV, poi. Qualcuno mi definisce nerd: lo prendo come un complimento ma, ogni volta che succede, un vero nerd si ribalta nel suo Tardis. Utente ItaSA dal 2009, blogger senza dono della sintesi da ottobre 2013 e traduttore da dicembre 2014... So say we all!
3 Commenti
Torna su