American Gods

Comic-Con 2016 presenta: American Gods

Nella giornata di venerdì si è svolto il panel di American Gods, serie Starz ispirata al noto romanzo omonimo scritto da Neil Gaiman.

LA TRAMA

Shadow (Ricky Whittle), un uomo misterioso e dall’oscuro passato, viene rilasciato dal carcere in cui è detenuto qualche giorno prima di finire di scontare la sua pena di tre anni, quando la sua amata moglie Laura resta uccisa in un incidente stradale. Durante il viaggio per il funerale, Shadow conosce un uomo che si presenta solo come Mr. Wednesday (Ian McShane), il quale dimostra di conoscere aspetti della vita di Shadow ai più sconosciuti. Mr. Wednesday propone a Shadow di diventare la sua “guardia del corpo”, mentre lui lo accompagnerà in un’America alternativa, divisa da un eterno conflitto fra esseri immortali e dai grandi poteri.000229090-american-gods-654500

IL PANEL

Il panel della nuova serie Starz, che andrà in onda a inizio 2017, ha visto salire sul palco i principali protagonisti: Ricky Whittle (The 100), Ian McShane (Deadwood), Yetide Badaki (Aquarius), Pablo Schreiber (Orange is the New Black), Bruce Langley e il regista del pilot David Slade (Hannibal) insieme allo showrunner Bryan Fuller (Hannibal) e a Neil Gaiman, l’autore del romanzo originale. Durant il panel, Gaiman ha rivelato che il casting dei personaggi di Shadow e Mr. Wednesday ha richiesto molto tempo ma, una volta conclusi i provini di Whittle e McShane, l’intera crew era ormai sicura di aver trovato i frontrunner della serie. Sempre Gaiman si è detto molto grato per la scelta di Fuller di mantenere intatta l’etnia dei personaggi del libro e ha lodato il lavoro dello sceneggiatore, tant’è che ha affermato di sentirsi sempre meno coinvolto perché la serie sta pian piano trovando la sua strada. Ian McShane ha parlato del suo personaggio, dicendo che è molto grato di interpretare Mr. Wednesday perché “è uno di quei ruoli che capitano una sola volta nella vita”, mentre il resto del cast ha suggerito che “vedremo più facce dei personaggi protagonisti”. Fuller ha rassicurato il pubblico, dicendo che gli spettatori non avranno bisogno di leggere il libro prima di vedere lo spettacolo ma è certo che lo show avvicinerà tantissime persone al romanzo. Gaiman ha spiegato che ci saranno molte sorprese anche per i lettori: a quanto pare gli autori della serie hanno deciso di ispirarsi anche ad aspetti della cosmologia e della mitologia degli altri romanzi del noto autore inglese. Lo show servirà ad approfondire alcune storie solamente accennate nel romanzo. “Adattare una storia così epica e complessa per il piccolo schermo”, secondo David Slade, “è un compito piuttosto arduo e, se da una parte è eccitante, dall’altra risulta essere un’esperienza estremamente scoraggiante”. Tuttavia il regista è convinto che il lavoro svolto da lui e Fuller ripagherà ampiamente le attese dei fan.

Durante il panel è stato mostrato il primo trailer della serie:

Fonte: EW

The following two tabs change content below.

lost2010

Itasiano grazie a Lost e X-Files dal 2009 e blogger dal 2014. Tentata (ma presto abbandonata) la via delle Scienze Umane e dell'Antropologia, mi sono lanciato nella Grafica Pubblicitaria, studiando contemporaneamente Sceneggiatura per Fumetto. Sono un nerd a 360 gradi, mastico di tutto. Pur conservando una certa predilezione per la fantascienza e il soprannaturale.
Clicca per lasciare un commento
Torna su