The Dark Tower - La Torre Nera

Finalmente abbiamo delle risposte! Le aspettavamo da tanto e quindi siamo lieti di dirvi che la HBO ha finalmente deciso di produrre La Torre Nera (The Dark Tower).
Tratta dalla serie di 7 libri di Stephen King, la saga della Torre Nera è una storia molto complessa, un misto tra fantasy, western, fantascienza e horror. Dire che questa serie di libri è bella e avvincente è dire poco, pensate che anche la Marvel ne sta facendo dei fumetti!

Il protagonista della vicenda è Roland, l’ultimo membro vivente dell’ordine dei cavalieri, conosciuti anche come pistoleri (gunslingers); all’inizio non capirete molto di lui, sul perché si sia imbarcato in questa avventura o sulla sua età. Tutte queste cose si capiranno mano a mano che la trama andrà avanti.

Il mondo in cui si svolge la storia è molto simile al nostro, assomiglia molto al vecchio Far West americano, almeno all’inizio, ma è “andato avanti”. Questo significa che il lettore (o in questo caso lo spettatore) troverà molti punti di contatto con il nostro universo, solo che i nomi saranno leggermente diversi, i colori saranno diversi e la magia la farà da padrona.
La ricerca di Roland, la sua ragione di vita, è trovare la Torre nera, un edificio leggendario che si dice essere il punto di snodo dell’universo. E per farlo è disposto a tutto.

Attualmente King sta riadattando la storia per farla diventare una sceneggiatura, ma parlando della serie tv, si baserà tutta sul primo libro intitolato “L’ultimo cavaliere“. Realizzata e prodotta da Universal Pictures e NBC Universal, sarà trasmessa da HBO; i lungometraggi saranno tre, girati da Ron Howard con lo stesso King e Brian Graze, i lungometraggi si alterneranno alle stagione della serie tv. Di fatto il compito del telefilm sarà quello di colmare i vuoti lasciati dai film, fino al terzo episodio cinematografico conclusivo.

Per adesso si sa che le riprese dovrebbero partire nel 2012 e che stanno lavorando per creare qualcosa di unico e del tutto nuovo per ottenere il massimo da questa serie. Sul cast c’è ancora molto riserbo, sebbene più volte sia girato il nome di Javier Bardem.

Credo che questa produzione, film e serie, avrà un grandissimo successo; l’unico dubbio della sottoscritta è legato all’idea che cinema e tv sono due mondi molto diversi e riuscire a seguire entrambi è difficile se non si tratta di una reale passione. L’idea di spezzare la storia in due tipi di format diversi è complicata e rischia di confondere lo spettatore meno attento, soprattutto chi non conosce il libro o non ama guardare le serie tv. Se a questo uniamo il fatto che la Torre Nera è piena di citazioni continue di quasi tutte le storie narrate da Stephen King (It, L’Ombra dello Scorpione, Insomnia, Le Notti di Salem, ecc.) questa produzione rischia di essere un flop o quantomeno rimanere un oggetto di culto dei soli fan del Re.

Ovviamente questa è la mia opinione, vi consiglio assolutamente di leggere i libri e poi, perché no, dire la vostra! Vi lascio con la frase più importante di questa saga, cioè l’incipit del primo libro “L’Uomo in Nero fuggì nel deserto, ed il pistolero lo seguì“.