Ascolti

ItaSA al Cinema: Box Office 24-26/04

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata agli incassi cinematografici. La rubrica è curata da Emanuele Di Porto per Sentieri Selvaggi.

Oggi ci occupiamo solo degli incassi americani.

USA:
Fast & Furious 7 ha perso il suo slancio travolgente, ma non ha trovato avversari credibili sulla sua strada e ha mantenuto il primo posto per la quarta settimana consecutiva. Dominic Toretto ha distrutto anche il muro dei trecento milioni di dollari e la sua corsa si fermerà intorno ai trecentocinquanta milioni finali. La Universal ha capitalizzato nel migliore dei modi l’inizio dell’anno e ha piazzato il suo secondo successo dopo Fifty Shades of Grey. Il franchise è una delle armi migliori a disposizione dello studio, ma il suo impatto è andato oltre le aspettative più rosee e ha surclassato anche i brillanti episodi precedenti.
Il film di James Wan avrebbe dovuto fare da apripista a Age of Ultron, ma un bottino worldwide da un miliardo e quattrocento milioni ha fatto cambiare i parametri del loro rapporto. Vin Diesel e Dwayne Johnson sono diventati degli avversari agguerriti e il marvel-movie dovrà ripetersi sugli straordinari livelli di The Avengers del 2012 per portare a casa la vittoria. Il blockbuster della Disney ha capito subito la dimensione della sfida ed è uscito in anticipo su molte piazze europee. I primi dati sono stati all’altezza della competizione e il ritorno dei supereroi ha già messo duecento milioni in cassa.
L’attesa per il debutto americano ha paralizzato il mercato e nessun titolo ha avuto il coraggio di mettere fuori il naso in un momento in cui è impossibile attirare l’attenzione. L’unico che ci ha provato è stato The Age of Adaline anche perché il drama con Blake Lively puntava a una platea femminile, prevalentemente disinteressata al genere action, che però non si è lasciata attirare da una proposta su misura e la storia di eterna giovinezza si è fermata al terzo posto con meno di quindici milioni.
Il film non ha sfruttato un cast sovradimensionato e si è fatto battere anche da un appannato Kevin James. La commedia non si è ancora calata nei ritmi sostenuti del 2015 e Paul Blart: Mall Cop 2 ha mantenuto la seconda posizione con appena quindici milioni. L’eterno partner di Adam Sandler è tornato al personaggio che gli aveva dato la ribalta individuale, ma i numeri non sono gli stessi del 2009.
Get Hard partiva con delle ambizioni maggiori ma la squadra formata da Will Ferrell e Kevin Hart non è riuscita ad andare oltre gli standard abituali dei due attori.

Distribuzione Incasso WE Incasso totale Settimane
Furious 7 Universal $18,259,000 $320,536,000 4
Paul Blart: Mall Cop 2 Sony $15,500,000 $43,950,000 2
The Age of Adaline Lionsgate $13,375,000 $13,375,000 1
Home 20th Century Fox $8,300,000 $153,784,000 5
Unfriended Universal $6,244,000 $25,158,000 2
Ex Machina A24 $5,441,000 $6,920,000 3
The Longest Ride 20th Century Fox $4,365,000 $30,398,000 3
Get Hard  Warner Bros. $3,905,000 $84,066,000 5
Monkey Kingdom  Buena Vista $3,551,000 $10,258,000 2
Woman in Gold Weinstein $3,501,000 $21,635,000 4

Buona settimana e alla prossima!

The following two tabs change content below.

Tita0188

Blogger di ItaSA da luglio 2014, dipendente seriale con un debole per il British (English do it better!), poco propensa a navicelle spaziali,alieni, post apocalittici e supereroi. Per il resto del tempo mi occupo di pubbliche relazioni e scrivo qua e là sul web e non solo. Sono una pigra cronica e, oltre alle serie Tv, amo leggere, viaggiare, cinema e teatro.
Clicca per lasciare un commento
Torna su