Dopo il grande successo di Baking Bread, i blogger di ItaSA sono lieti di presentarvi Opening Credits, la rubrica che vi svelerà il dietro le quinte delle sigle delle vostre serie tv preferite.

Main Page Mad MenEstate, tempo di rubriche, e noi che vi conosciamo sappiamo che quando siete in vacanza spaparanzati al sole in pose plastiche da balene spiaggiate tutto ciò che volete leggere è qualcosa di leggero. Ma visto che a voi dei vip che quest’anno affollano le strade di Porto Cervo o di qual è la soubrette dell’estate paparazzata con la cellulite in bella mostra frega meno di zero, ecco che il vostro sito preferito viene ancora in vostro soccorso con una rubrica nuova di zecca che vi svelerà tutto quello che c’è da sapere sulle sigle delle serie tv.

La sigla è un po’ il biglietto da visita di una serie tv: in meno di un minuto deve introdurvi la serie cercando di sottolineare il genere e l’argomento della serie stessa. Fino agli anni ‘90 le sigle spesso non erano altro che accozzaglie di immagini-simbolo prese dalla serie, ma già allora ce n’erano alcune che si sapevano distinguere grazie alle musiche diventate poi cult (Hawaii Five-0, Super Car). Oggi le tipologie si sono ulteriormente differenziate perciò si possono trovare sigle brevissime (Lost) o molto più lunghe e complesse (Game Of Thrones e la sua carrellata sui Sette Regni), alcune che puntano tutto sulla grafica (Mad Men, Community) altre che cercano di presentarti in tutto e per tutto il protagonista, giocando con i doppi sensi (Dexter), altre ancora che giocano con lo spettatore nascondendo indizi ed easter eggs al loro interno (Alias). Il nostro compito sarà quello di svelarvi la storia sullo sviluppo di una sigla e i segreti che si trovano al suo interno. Siete curiosi? Allora non vi resta altro che sintonizzarvi sul nostro blog ed attendere gli articoli sulle sigle delle vostre serie tv preferite!