CW

The 100, la seconda stagione: parla il boss!

THR ha fatto quattro chiacchiere con il produttore e sceneggiatore di The 100 Jason Rothenberg, vediamo insieme cosa ha condiviso su questa seconda stagione. Ovviamente sono presenti spoiler!


Clarke fuggirà dal Mount Weather?
La serie post-apocalittica The 100 è tornata e il gruppo è tutto diviso. Clarke ha ritrovato i suoi amici Jasper e Monty, tutti ospiti del misterioso Mount Weather, solo per scoprire che forse non è tutto come sembra. Poi c’è Kane che sente il disperato bisogno di mantenere l’ordine e l’autorità, vuole applicare sulla Terra le stesse regole che c’erano sull’Ark, favorendo inconsciamente un ambiguo Murphy e costringendo Bellamy e Finn a riconsiderare tutto. E poi abbiamo Jaha, che forse non è tutto solo sull’Ark, dopo tutto! Ma vediamo i punti chiave.

The-100-season-2-episode-1-Clarke-escapesD. Il Mount Weather non è quello che sembra e Clarke a un certo punto afferma che “è troppo bello per essere vero”. Ha ragione a sospettare? Dovremo chiedercelo per tutta la stagione?
R. È interessante perché il nostro scopo è proprio quello che le persone si facciano delle domande. Posso dirvi che Clarke non si sta sbagliando. Se ci pensate, il pubblico sa già che Dante sta mentendo su qualcosa, ma nessuno dei personaggi lo sa. Noi abbiamo visto che qualcuno dell’Ark è atterrato, mentre Dante afferma:” Non ci sono superstiti, abbiamo controllato per un centinaio di chilometri quadrati.” Ci sono piccoli indizi sparsi qui e là che fanno pensare che non siano sinceri o che Clarke stessa non sia sincera.

D. C’è un momento in cui Clarke sembra contemplare una vita al Mount Weather. È facile farle cambiare idea sugli altri e sulla struttura?
R. Alla fine dell’episodio, abbiamo visto che lei ha utilizzato il regalo di Dante per disegnare una mappa e per cercare di capire se c’è una via di uscita. Posso dire che non sta pensando di fermarsi lì per molto. E ha ragione ad insistere che è tutto troppo bello per essere vero. Questa cosa continua a spronarla.

D. Clarke è molto vicina alla fuga. Sta cercando il modo per lasciare la struttura?
R. Esatto. È determinata a scappare per scoprire se qualcuno dei suoi amici è ancora la fuori. Ovviamente lei è ossessionata dall’aver chiuso la porta della navicella lasciando Bellamy e Finn al loro destino, vuole sapere se sono ancora là fuori ed è pronta a tutto per trovarli. Nei prossimi due episodi, molte di queste domande troveranno una risposta piuttosto velocemente.

D. Monty e Jasper sembrano accettare il clima sicuro che c’è sul Mounth Weather. Si opporranno a Clarke e al suo piano?
R. Sì. Jasper è molto tranquillo e si è lasciato trascinare dalla vita sul Mount Weather. E, dal canto suo, non fa niente di sbagliato. Ora possono mangiare regolarmente e sono vestiti decentemente, mentre gli ultimi 30 giorni per loro sono stati una lotta continua. Sono appena usciti da un inferno, nel vero senso della parola, e si sono ritrovati curati e viziati. Lui ha trovato anche una ragazza e tutto sembra meraviglioso. Le due storie si dipaneranno in parallelo, ma sappiamo già che arriverà il momento della verità. Scopriremo molto presto in che pericolo si trovano, ma ci vorrà ancora un po’ a Monty e Jasper per aprire gli occhi.

D. Ci sarà modo per vedere sviluppata la romance tra Jasper e Maya?
R. Eve Harlow, che interpreta Maya, è meravigliosa, una grande scoperta. Non l’avevo mai vista in azione e la trovo interessante e vera nell’interpretazione. Il suo personaggio è un po’ come il Lincoln della prima stagione, nel senso che pensavamo che i Terrestri fossero cattivi, per poi conoscere Lincoln che non è affatto male. Questo ci fa capire capire che ci sono moltissime sfumature nella storia dei personaggi e che stanno semplicemente facendo ciò che serve per sopravvivere. Quando scopriremo il segreto di Mount Weather, vedremo che non tutti sono fatti allo stesso modo.

D. Murphy, che era un cattivo la scorsa stagione, ha una parte più importante quest’anno e ci sembra di vedere qualche spiraglio di redenzione. Stiamo sbagliando?
R. Richard Harmon è un grande attore e ci siamo sbilanciati nella prima stagione, facendogli interpretare un personaggio un po’ prevedibile. In senso buono, ovviamente. Uno degli obiettivi di questa stagione non è redimerlo, ma imparare a capirlo. Sappiamo che lui non è solo lo stronzo e c’è un motivo se si comporta come tale e, di conseguenza, lo si può perdonarlo. In questa stagione, il gruppo subisce un trauma e, insieme, nonostante ci siano persone che si odiano visceralmente, rimangono uniti in un modo che non avremmo mai pensato. Clarke e Murphy sono molto più simili di quanto si pensi. […] Clarke è un’eroina, ma anche lei ha fatto cose orribili; nella stessa maniera, Murphy è il cattivo ma compie delle azioni che potrebbero redimerlo. Nel nostro show non è mai tutto o bianco o nero.

abbikaneseason2D. Con i membri dell’Ark ora sulla Terra, sembra che la loro presenza vada a favore di Murphy o di persone come lui. Che effetto avrà questo nuovo mondo su persone come Bellamy?
R. È vero. Nella scorsa stagione, i 100 avevano il controllo della loro vita, nel bene o nel male. Sopravvivere o morire dipendeva solo da loro. In questa stagione, le cose cambiano drasticamente, con l’arrivo degli adulti che vogliono ristabilire l’ordine e togliere il potere dalle mani dei nostri eroi in molte occasioni, sia adesso che più avanti nel tempo.Una delle cose che vedremo nella stagione è proprio la perdita di potere e la frustrazione di dover di nuovo sottostare alle regole degli adulti. Bellamy si sente totalmente tagliato fuori e ritorna ad essere lo stronzo che ha sparato al rettore [Jaha]. A noi, il pubblico, e ai ragazzi sopravvissuti dei 100 ci appare come un uomo cambiato, è un leader e uno di loro. Al contrario, Kane lo vede in modo diverso. Ci vorrà del tempo e sarà come ricominciare da zero.

D. Bellamy e Finn si sono coalizzati. Pensano che i Terrestri siano i responsabili del rapimento di Clarke e dei loro amici. Quanto è pericolosa quest’idea?
R. Ovviamente si stanno sbagliando sui Terrestri. Questa loro convinzione provocherà alcuni sviluppi piuttosto oscuri, sia per loro sia per tutti gli altri. Lavorano insieme e hanno lo stesso obiettivo: trovare Clarke e gli altri dovunque essi siano. Da qui, inizieremo a capire quanto siano diversi e quanto siano disposti a sacrificare per riavere i loro amici. Sarete sorpresi di vedere quale personaggio si rivelerà pronto ad abbracciare il lato oscuro.

D. Jaha scopre di non essere solo sull’Ark, nel momento in cui sente il pianto di un neonato. Questo evento potrebbe cambiare il suo atteggiamento futuro?
R. Nel secondo episodio esploreremo questa storia e sarà proprio questa a spronarlo a svegliarsi, a vivere e ad andare avanti, cercando di capire come fare ad atterrare. Questo è sempre stato il suo desiderio, quello di far scendere la sua gente dall’Ark, anche a costo della sua stessa vita. Se si trovasse lassù con un bambino, lo lascerebbe morire? Manderebbe tutto al diavolo e troverebbe il modo di fare scendere lui sulla Terra? È un modo per rinvigorire il suo personaggio e credo che rimarrete sorpresi dalla piega che prenderà questa storia. Alcuni potrebbero intuire il seguito, ma spero che non molti altri non lo facciano.

La serie The 100 va in onda ogni mercoledì alle 21.00 sulla CW.

Fonte: hollywoodreporter.com

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.
1 Commento
Torna su