Ebbene sì, l’ha annunciato Syfy: il nuovo agente del Magazzino è gay. E allora direte voi? Appunto.

Aaron Ashmore, l’attore che molti di voi conosceranno come Jimmy Olsen di Smallville, sarà il nuovo partner di Eddie McClintock, ovvero Pete Lattimer del Magazzino 13. Partner solo in senso lavorativo però.

Un paio di giorni fa è uscita la notizia che l’agente, reclutato per la sua abilità nel comprendere se una persona stia mentendo o meno, è gay. Il fatto che lo sia però non è assolutamente rilevante ai fini della storia, come dicono a Syfy “È parte di com’è fatto, non definisce il suo personaggio”.
Steve Jinks, un nome un programma (suona come “to jinx” che vuol dire portare sfiga), non sarà partner di Pete in altri sensi, la vita frenetica di un agente del Magazzino non lascia molto spazio per le storie d’amore, l’abbiamo già visto in passato. Insomma, non è un “via Myka, sotto Steve” è solo un altro personaggio.

È gay, ma a noi che cosa importa?

Citerò ancora una volta una frase di George Takei, il signor Sulu di Star Trek – The Original Series. Takei è gay (ed è un personaggio divertentissimo, seguitelo su Twitter: @georgeTakei) e un giorno gli è stato chiesto se anche Sulu lo fosse. La sua risposta è stata: “Mi piace pensare che nell’epoca in cui si svolgono le avventure di Star Trek non ci si porrà nemmeno il problema”.

Per me non si pone già adesso, ma chissà se Giovanardi vorrà scatenare una campagna anti-Warehouse 13 come ha fatto con l’Ikea per il manifesto con i due uomini che si tengono per mano…
Data tutta la pubblicità gratis data dalla vicenda l’Ikea ringrazia, signor Giovanardi, se volesse fare pubblicità anche Warehouse 13 in Italia faccia pure, anche noi fan la ringrazieremmo molto.

fonte: http://www.afterelton.com/