Brooklyn Nine-Nine

Brooklyn Nine-Nine: la seconda stagione

Periodo di finali di stagione delle serie broadcast: qualcuna è finita con il botto, qualcuna è finita, qualcuna era meglio se finiva e basta. Brooklyn Nine-Nine l’ho lasciata da parte; me ne sono pentita amaramente, ora la amo!

SONO PRESENTI SPOILER DA TUTTA LA SECONDA STAGIONE DI BROOKLYN NINE-NINE. NON CONTINUATE LA LETTURA SE NON SIETE IN PARI.

B99_season2_keyartPremessa: in genere non amo molto le comedy, perché per me il solo fatto di far ridere non è motivo sufficiente per seguirle. Quello che accende sempre il mio interesse è un po’ di relazione tra i personaggi; negli anni ho accantonato altre comedy, proprio perché al di là delle risate non mi lasciavano niente. Questa serie è una delle poche eccezioni, ha un cast estremamente divertente e gli autori sono riusciti a costruire una serie di sviluppi personali che hanno contribuito a fare quel salto di qualità che per me fa la differenza: non la lascerò più in un angolo.

La prima stagione, che ho visto in due giorni circa, finisce con una puntata poco divertente ma interessante dal punto di vista di sviluppo della trama: Gina e Boyle finiscono a letto insieme mentre Jake accetta di andare in missione sotto copertura e questo gli dà il coraggio di confessare ad Amy quello che prova: la ragazza rimane senza parole e Jake parte. Nella nuova stagione c’è stato un bilanciamento ottimo tra momenti comici e relazioni personali, vediamo insieme.

Gina: adorabile pasticciona e svampita segretaria del distretto e del Capitano Holt, ha sempre un rapporto divertente con tutti i protagonisti ma in questa seconda stagione la fa da padrone la sua relazione clandestina con Boyle. Dopo qualche puntata Jake ed Amy li trovano insieme e finalmente i due decidono di smettere di vedersi. Divertente anche tutta la parte in cui la mamma di Gina conosce il papà di Boyle e alla fine i due vanno all’altare, una delle migliori puntate della stagione.

Boyle: l’amico di Jake, sempre pronto a seguire e supportare le sue iniziative folli. In questa seconda stagione, oltre alla relazione clandestina con Gina, sviluppa una sorta di amicizia con Rosa, la donna dei suoi sogni che non l’ha mai degnato di uno sguardo. Le scene più divertenti restano quelle con Gina nella prima parte di stagione ma un paio di momenti spassosi li regala anche con Hitchcock e Scully.

Rosa: poliziotta dura, sembra praticamente insensibile a qualsiasi emozione. In questa seconda stagione il personaggio emerge un po’ di più. La sua amicizia con Boyle finalmente trova una strada, riesce a dare qualche buon consiglio a Jake e trova anche un uomo che abbatte il suo muro di diffidenza, Marcus.

Terry: lui rimane sempre quello pronto a preoccuparsi per tutti. Un po’ ossessionato dal lasciare da sole moglie e figlie, rispettoso verso il Capitano Holt e una specie di fratello maggiore per quella testa matta di Jake. Uno dei momenti più divertenti rimane il finale di stagione, in coppia con Gina nella missione “furto della lettera”.

Holt: il Capitano è sempre il solito burbero, apparentemente un uomo di ghiaccio ma sotto sotto dimostra anche lui di avere dei sentimenti visto il sacrificio che fa nel finale di stagione per non separare la squadra. Una delle puntate più divertenti è quella in cui lui si unisce ai suoi sottoposti per un week end di relax: questo porta a tutta una serie di eventi e di situazioni esileranti.

Hitchcock e Scully: sono due poliziotti pasticcioni, non hanno molto spazio nella serie ma regalano sempre momenti esilaranti. Una delle scene migliori è quando dimostrano a Boyle di essere anche intelligenti, risolvendo un caso, ma poi preferiscono tornare ad essere considerati incapaci perché lavorare è stato stancante.

jakeamyAmy: sempre pronta a cercare l’approvazione del Capitano. In questa seconda stagione mi è piaciuto molto che abbiano cercato di farla relazionare anche con gli altri personaggi; una delle scene più divertenti è quando si ubriaca con Gina. Forse potrebbe essere caratterizzata meglio ma la adoro con Jake e trovo che il loro rapporto sia stato gestito davvero molto bene, senza bruciarli. Ha passato quasi tutta la stagione a negare l’evidenza ma è innamorata anche lei.

Jake: lo adoro, è il solito mattacchione, competitivo ed anche un po’ incoscente, poco incline a seguire le regole. Devo ammettere che mi piace come si sia sviluppato il suo rapporto con Holt e mi piace molto come si relaziona con Boyle e Terry. Il meglio lo da sempre con Amy: si rincorrono dal pilot, si sono sfidati per buona parte della prima stagione e in questa seconda il loro sviluppo è stato ben gestito con un tira e molla per niente stancante. Nel finale di stagione, la classica missione sotto copertura porta i due testoni a trovarsi; ho ancora gli occhi a cuoricino, sono diventati una delle mie ship preferite!

Il finale ci ha lasciato con un discreto cliffhanger, chi sarà mai il nuovo Capitano? E che fine faranno Holt e Gina? Ma soprattutto come ci arrivo a settembre? È appena finita la stagione e mi mancano già tutti!
E voi cosa avete apprezzato di più? La comicità o le relazioni tra i personaggi? Fatecelo sapere con un commento!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

3 Commenti
Torna su