Bones

FOX Winter TCA 2012: Qualche news

Poche ore fa la FOX con il suo portavoce Kevin Reilly ha fatto un incontro con i critici della TV americana, sbilanciandosi ma non troppo sul futuro di alcune serie.

Partiamo con House: il portavoce ha fatto presente che per loro è difficile immaginare il canale senza House, ma ci sono da considerare un calo di ascolti e gli alti costi di produzione. D’altronde già lo scorso anno avevano fatto presente che questa ottava potrebbe essere l’ultima stagione, se così dovesse essere (visto che la NBC che coproduce ha già fatto sapere l’altro giorno che non sarebbero disposti a trasmetterla da loro) non sarà una serie incompiuta. Prima di iniziare a disperarci però lo stesso Reilly ha fatto sapere che in realtà non c’è stata nessuna decisione ancora, nessun incontro importante per decidere il destino della serie. Insomma per ora non si sa nulla di certo perchè non lo sanno neanche loro.

Andiamo avanti con Glee: Reilly ha chiaramente smentito l’arrivo di uno spin-off ma anche fatto sapere che hanno un’idea precisa nel portare avanti la serie nonostante qualcuno quest’anno si diplomerà, così come è certo che Lea tornerà nella nuova stagione.

Passiamo a Bones: Reilly fa sapere che la programmazione di quest’anno è stata ridotta per cause di forza maggiore, tuttavia era loro intenzione avere 22 puntate per la stagione, non si esclude quindi una programmazione di qualche episodio quest’estate se la produzione sarà in grado di ultimare più episodi dei 17 previsti. La rete fa sapere anche di essere interessata ad avere la serie anche per la prossima stagione, ragione per cui presto si metteranno a discutere in merito.

E’ il turno di Terra Nova: Reilly scherza sul fatto che sono stati bravi fin’ora a non aver preso decisioni in merito. Dice che la stagione ha un po’ sofferto di alti e bassi, che i costi di produzione e le riprese in Australia sono elevati. Tiene a sottolineare che è stata la serie con il secondo più alto rating di gradimento nella fascia principale. Spiega che la sceneggiatura a più (troppe) mani ha forse reso la trama un po’ schizofrenica. Sempre Reilly dice che la serie è stata venduta bene all’estero. Insomma anche quì per ora alla fine non si può sapere se la serie torna a settembre o se finisce quì.

Poi si arriva alla nota dolente Fringe e i bassi ascolti: Reilly dice che stanno facendo il possibile per non voltare le spalle agli affezionati della serie, ma anche se va in onda il venerdì dovrebbe dare risultati più soddisfacenti. In realtà anche per questa serie Reilly non si sbilancia, certo non è un buon segno comunicare che stanno perdendo soldi, che è una serie che costa molto e che loro non sono lì per perdere soldi ma per farne, inoltre fa sapere che la produzione è abbastanza avanti per dare una degna chiusura se decidessero che questa è  davvero l’ultima stagione. Chiede anche di non iniziare con le lettere di protesta perchè nessuna decisione è ancora presa, ma i segnali non sembrano dei più confortanti.

pensiero di chi vi scrive: io dico che aspettano anche di vedere come andranno le serie di midseason in partenza prima di prendere decisioni in merito.

fonte usatoday.com

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su