BBC

Gli Aperitivi: Gunpowder

Un nuovo period drama crudo e molto interessante è stato prodotto e mandato in onda da BBC. Remember, Remember, the Fifth of November… Ecco a voi Gunpowder.

Gunpowder Plot

TRAMA E INFORMAZIONI
Gunpowder è una miniserie BBC in tre parti che racconta la storia della Congiura delle Polveri, perpetrata da un gruppo di cattolici inglesi ai danni del Re protestante Giacomo I d’Inghilterra nell’anno 1605. I congiurati avevano intenzione di far saltare in aria la Camera dei Lord durante la cerimonia di apertura del Parlamento inglese che si sarebbe svolta il 5 novembre. Ma, come ci insegna la Storia, la congiura fu in qualche modo scoperta dalle autorità inglesi e tutti coloro che parteciparono al complotto fecero una brutta fine. Diversi attori famosi sono nel cast dei protagonisti di questo period drama. In primis, ritroviamo Kit Harington (Game of Thrones) che interpreta il ruolo di Robert Catesby, la mente dell’attentato e capo dei congiurati. Scelta di casting decisamente particolare e azzeccata, visto che Harington stesso è un discendente di Robert Catesby. Essendo una serie BBC, non poteva mancare Mark Gatiss (Doctor Who, Sherlock, Game of Thrones), interprete del protestante Sir Robert Cecil, uomo leale alla corona inglese. Poi abbiamo Peter Mullan (Olive Kitteridge, Quarry) e Liv Tyler (The Leftovers), rispettivamente nei ruoli del prete gesuita Henry Garnet e della cattolica Anne Vaux. Da citare anche Tom Cullen (Black Mirror, Downton Abbey), l’attore scelto per il ruolo di Guy Fawkes, il congiurato più famoso grazie al film V per Vendetta.

IMPRESSIONI SUL PILOT
Essendo un period drama BBC, la qualità non manca. La prima ora di questa miniserie si può definire con tre aggettivi. In primo luogo, cruda; nei primi 20 minuti si accumula tanta tensione (grazie all’interpretazione di Sir William Wade da parte di Shaun Dooley) che viene poi rilasciata tutto d’un botto in una serie di scene di tortura che non risparmiano nessun dettaglio allo spettatore. In secondo luogo, accurata (nonostante un paio di personaggi siano inventati); l’atmosfera anti-cattolica, la ricostruzione degli arredi, i costumi e i protagonisti della congiura sono storicamente accurati e assolutamente verosimili. E infine, serrata; l’episodio parte con l’accumulo di tensione già accennato e accelera sempre di più, non ci si annoia mai. Gli attori protagonisti non deludono; abbiamo un Mark Gatiss sempre ottimo, un Kit Harington un pochino più espressivo rispetto a Game of Thrones (le citazioni meta a questa serie non mancano) e una Liv Tyler sugli scudi (anche se si vede poco rispetto agli altri protagonisti). L’intero cast è certamente di livello, e tutti gli attori ci regalano delle interpretazioni convincenti. In questa prima parte della miniserie, vengono raccontate e approfondite le motivazioni che hanno portato Robert Catesby a ideare l’attentato; motivazioni che nascono fondamentalmente dalla persecuzione dei cattolici messa in atto dalle autorità inglesi protestanti di quel periodo. Questo period drama è un prodotto ben realizzato, e un cultore di serie TV inglesi – e di serie TV in generale – non può assolutamente perderlo. Molti obietteranno che è una storia già conosciuta, che non c’è molto di nuovo da scoprire. In realtà, delle novità interessanti ci sono: un Kit Harington un pochino più espressivo del solito, la durata non eccessiva della miniserie e l’ottimo approfondimento delle motivazioni di Catesby svolto dagli sceneggiatori.

IL TRAILER

 

Qui potete trovare i sottotitoli della prima parte di questa miniserie. Buona visione!

Marco Quargentan

The following two tabs change content below.

Marco Quargentan

Itasiano da ottobre 2008 grazie ad House MD e Lost. Blogger e Moderatore da giugno 2013 grazie a Game of Thrones, Traduttore da giugno 2015. Informatico di "professione", sassofonista per caso, appassionato di basket, player spasmodico della serie Legend of Zelda, lettore compulsivo di JRR Tolkien e GRR Martin (entrambi before it was cool), drogato seriale. Non chiedetemi la mia serie preferita, non saprei scegliere fra quelle che adoro.

Ultimi post di Marco Quargentan (vedi tutti)

Clicca per lasciare un commento
Torna su