Recensioni

Gli Aperitivi: Wynonna Earp

Ogni tanto capita che una serie partita in sordina dimostri di valere molto di più di quello si pensasse. Siete pronti a partire per Purgatory? Andiamo a conoscere Wynonna Earp, in onda su Syfy.


wynonnabanner

TRAMA E INFORMAZIONI

Wynonna Earp è basato sul fumetto omonimo di Beau Smith che è anche creatore di questa serie con Emily Andras (Lost Girl, Killjoys).

Wynonna Earp (Melanie Scrofano), erede del famigerato Wyatt Earp, dopo tre anni torna a casa a Purgatory per il funerale di un parente. La famiglia Earp è sotto una maledizione a causa di Wyatt, per cui l’erede designato, al compimento del ventisettesimo compleanno, è destinato a uccidere gli stessi Redivivi che l’erede prima di lei ha contribuito a rispedire all’inferno e che ogni ventisette anni tornano in vita. Caso vuole che, al suo ritorno a casa, Wynonna compie gli anni e per lei inizia la missione a cui non può sottrarsi. Ad aiutarla ci sono anche la sorella minore Weaverly (Dominique Provost-Chalkley), l’affascinante Doc Holliday (Tim Rozon), vecchia conoscenza del suo avo e l’agente di polizia Nicole Haugt (Katherine Barrell). La sua strada si incontra anche con il misterioso Dolls (Shamier Anderson), un agente federale di una divisione segreta chiamata Black Badge che è a Purgatory proprio per investigare su certi fenomeni paranormali e che decide di arruolare Wynonna come aiutante.

La prima stagione è andata in onda su Syfy dal 04 aprile al 27 giugno 2016 per un totale di 13 episodi, la seconda stagione è iniziata il 09 giugno e avrà 12 episodi. Qualche giorno fa è anche arrivato il rinnovo per una terza stagione che andrà in onda nel 2018.

IMPRESSIONI SUL PILOT

Ricordo che, quando ho visto il pilot l’anno scorso, sono rimasta piacevolmente colpita dalla leggerezza della trama, pur con un’eccessiva esagerazione delle scene d’azione, un po’ alla Matrix, se mi concedete il paragone. Syfy ultimamente sembra avere una predilezione particolare per le protagoniste femminili toste che non si fanno intimorire da niente e da nessuno, come le protagoniste di Dark Matter, Killjoys e Van Helsing. Anche in questa serie la protagonista è una dal carattere duro, sembra sempre pronta ad affrontare qualsiasi situazione ed è dotata anche di un senso dell’humor che alleggerisce un po’ la tensione. Inoltre, come tutte le protagoniste, ha i suoi bei demoni che la tormentano (e non sto parlando solo dei Redivivi che è costretta a rispedire all’inferno con la pistola chiamata Pacificatrice). Wynonna è ossessionata da eventi di quand’era piccola che l’hanno portata a fare scelte sbagliate, ad allontanarsi da casa e ad avere problemi di abuso d’alcool nel passato. Proprio questo tormento interiore porta lo spettatore ad apprezzare il personaggio, a empatizzare con lei e con gli altri coprotagonisti che le ruotano intorno. Nonostante buona parte del cast sia di volti quasi sconosciuti, la scommessa di Syfy sembra essere vincente: le ragazze, oltre a essere molto carine, sono anche dotate di forte espressività e i ragazzi non sono da meno, con il passare degli episodi hanno dato prova di essere tutte scelte azzeccate. La trama parte subito bella spedita, non ci sono punti morti e gli autori sono riusciti a fare in modo che lo spettatore voglia sapere come prosegue nelle puntate successive. Wynonna Earp è perfetto per l’estate: non è estremamente macchinoso, non ci sono grossi segreti da svelare ma ha il pregio di non cadere mai nello scontato e quando meno te lo aspetti ti piazza qualche scena che alza il livello di una serie più che godibile. Un elogio finale per le musiche: mai troppo invadenti e sempre inserite ad hoc per enfatizzare la scena.

IL TRAILER

In home trovate i sottotitoli del pilot, cosa state ancora aspettando? Buona visione!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Clicca per lasciare un commento
Torna su