Curiosità

I creatori di South Park inquisiti da Scientology

Tutti i fan di “South Park” hanno ben forgiata nella loro memoria la celebre puntata che ironizza su Scientology, con un indimenticabile Tom Cruise.
E’ di questi giorni la notizia che vede Trey Parker e Matt Stone, i creatori di “South Park”, messi sotto accusa per la loro satira. Il loro show su Comedy Central ha sbeffeggiato chiunque e in qualsiasi maniera, ma per la maggior parte dei casi le persone di solito la prendono sul ridere.
Ma la Chiesa di Scientology non era troppo entusiasta dell’episodio “Trapped in the Closet” del 2005, che deride Scientology e i suoi affiliati (tra cui l’attore Tom Cruise). 
Un ex membro della Chiesa ha pubblicato sul suo blog che gli appartenenti alla “religione”(messo tra virgolette vista la posizione italiana nel non riconoscere a questa corrente la natura stessa di religione) Scientology ha fatto partire un’indagine da parte dell’Ufficio dell’Organizzazione degli Affari Speciali nei confronti dei creatori, tra cui l’individuazione di alcuni amici-celebrità di Parker e Stone per dedicarsi soprattutto nella ricerca di “alcune corde vitali che possono essere spezzate”. Secondo il Village Voice, quando l’indagine è fallita, hanno cercato un giovane regista per infiltrarlo come talpa nello show. Questo di sicuro non cambierà molto la reputazione della chiesa. Ma il senso dell’umorismo non può essere comprato.
Parker e Stone, nel frattempo, sono attualmente gli orgogliosi proprietari di nove Tony Awards per il loro musical di Broadway “Il Libro dei Mormoni”.
Anche in Italia ci vorrebbe una satira come quella americana, ma visti gli ampi temi trattati da Stone e Parker, chissà se in futuro non vedremo di nuovo i capi di stato europei in una puntata di “South Park”. Un bel dialogo tra Merkell, Sarkozy e Berlusconi per esempio!



The following two tabs change content below.
11 Commenti
Torna su