Constantine

Lo Strillone (25/11): Constantine al palo, Oscar Isaac sarà Apocalypse

Lo Strillone è la rubrica di ITASA Blog che ogni giorno vi tiene sul pezzo con le notizie più importanti della giornata precedente. Questi i temi di lunedì 24 novembre.

  • Si ferma la produzione di Constantine (NBC). O meglio, in mancanza dell’ordine per la stagione intera, cast e troupe non andranno oltre il 13esimo episodio previsto. Nonostante gli ascolti non entusiasmanti, però, la serie non è ufficialmente cancellata, anche grazie agli alti dati rigurdanti chi si registra l’episodio tramite DVR e lo guarda a pochi giorni di distanza. Insomma, il rinnovo per una seconda stagione è ancora in ballo. Fonte: deadline.com (in inglese)
  • Bruno Heller, intervistato da Entertainment Weekly, si è lasciato andare sul series finale di The Mentalist, di cui è showrunner, senza però disdegnare uno sguardo al futuro. “In questo business non capita spesso di poter concludere la storia con calma, dobbiamo approfittarne il più possibile. La stagione finale avrà tutti gli ingredienti classici e, alla fine, non morirà nessuno”, ha ammesso. Stuzzicato poi su un possibile rinnovo su un altro canale (l’ultima stagione andrà in onda su CBS), ammette: “È tutto possibile. Nessuno di noi se ne sta andando sbattendo la porta e con l’intenzione di non fare più niente insieme. Anche se siamo concentrati su questo finale, non c’è motivo per chiuerla definitivamente qua. Io e Simon Baker abbiamo parlato anche di questa eventualità”. Fonte: ew.com (in inglese)
  • Il canale britannico ITV ha ordinato una serie in dieci puntate ispirata a “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” di Robert Louis Stevenson. La serie si intitolerà, per l’appunto, Jekyll & Hyde e uscirà dalla penna di Charlie Higson, già noto per la collana di libri “Young Bond”. Con lo sfondo di una Londra degli anni Trenta, si seguiranno le vicende di Robert Jekyll, giovane, attraente e travagliato nipote del più famoso dottore. Fresco di abilitazione, Robert sta cercando di scoprire la sua vera identità, la sua vera storia famigliare e la natura della sua “maledizione” che tiene sotto controllo grazie al farmaco del dottor Vishal Najaran. Fonte: deadline.com (in inglese)
  • David Dobkin (Shangai Knights) è stato scelto come regista e produttore esecutivo per la nuova serie marziale di AMC Badlands. Scelta anche parte del cast principale: Emily Beecham (28 settimane dopo), Sarah Bolger (The Tudors) e Oliver Stark (The Adventurer: The Curse Of The Midas Box). La serie in sei puntate parlerà di arti marziali e sarà liberamente ispirata al racconto cinese “Il viaggio in Occidente”. In una terra sotto il dominio di baroni feudali, un grande guerriero e un ragazzo iniziano un viaggio attraverso terre pericolose per trovare l’illuminazione. La serie è creata da Gough e Millar, già dietro a Smallville. Fonte: deadline.com (in inglese)
  • Steven Weber (Wings) comparirà come guest star nel primo episodio dell’imminente quarta stagione della comedy di casa Showtime House of Lies. Weber reciterà il ruolo di Ray Montinola, uno specialista di risanamento aziendale che viene chiamato in azione per aiutare la Kaan & Associates quando l’arresto di Marty lascia lo studio nella baraonda. Fonte: deadline.com (in inglese)
  • 20th Century Fox ha trovato il suo cattivo per il prossimo X-Men: Apocalypse, sequel di X-Men: Days of Future Past. Lo studio si è accaparrato uno dei migliori attori del momento, Oscar Isaac (Star Wars: The Force Awakens), per portare in vita il personaggio di Apocalypse, un vecchissimo mutante che era considerato un dio ai tempi dell’antico Egitto. Fonte: variety.com (in inglese)

Ci fermiamo qua, a domani!

The following two tabs change content below.

Bettaro

Nerd e fisico, ma più simpatico di quelli di TBBT. Marvel fan, Star Wars fan, Halo fan. Stregato da Arrested Development e Life on Mars. Su ItaSA Blog dal 2012, sono dietro a ogni pessima decisione editoriale.
5 Commenti
Torna su