Curiosità

Game of Thrones: sei scenari possibili

Ormai siamo arrivati quasi alla fine della sesta stagione di Game of Thrones. Ecco sei possibili scenari che potrebbero accadere.

Sono presenti grossi spoiler su tutta la sesta stagione della serie TV e su tutti i libri. Se non volete spoiler, non proseguite oltre la lettura. Se volete avventurarvi con noi in questi scenari, invece, non esitate a continuare a leggere.

Night King

1) Cersei, dopo la morte di Tommen, distrugge Approdo del Re con l’altofuoco.
Molti indizi sembrano far presagire una carneficina del genere, soprattutto se Tommen dovesse morire come profetizzato da Maggy la Rana. Abbiamo visto un piccolo accenno di un’esplosione di altofuoco in un sotterraneo durante le visioni di Bran; Cersei sembra ormai essere una donna più fredda e cinica di quanto sia mai stata, incapace di provare sentimenti se non forse nei confronti di Jaime e del figlio Tommen; l’intera capitale pullula di passeri e di soldati fedeli ai Tyrell mentre l’esercito dei Lannister potrebbe essere andato quasi tutto con Jaime a Delta delle Acque. Insomma, potrebbe non essere una mossa del tutto irrealistica e campata per aria. Va anche detto che quest’anno la produzione non ha girato molto a Dubrovnik, cittadina scelta come set per rappresentare Approdo del Re.

2) La Barriera cade e gli Estranei sono liberi di invadere i Sette Regni.
Nei libri, è stata raccontata la leggenda del Corno di Joramun, un artefatto magico in grado di abbattere la Barriera. Nella serie TV, questo artefatto potrebbe aver fatto una fugace apparizione nella seconda stagione, durante la spedizione dei Guardiani della Notte al Pugno dei Primi Uomini. In questo luogo Jon, Sam ed Edd trovano dell’ossidiana e un corno durante gli scavi per una latrina. L’ossidiana è stata ampiamente usata, il corno è scomparso. Che possa essere a causa del corno o a causa del marchio sul braccio di Bran (che ha già permesso agli Estranei di entrare nella caverna del Corvo a Tre Occhi), vedo molto male la Barriera: nessun personaggio principale è rimasto al Castello Nero e i Guardiani della Notte sono ormai uno sparuto gruppo di persone senza mezzi per resistere all’esercito dei non morti. La caduta di questa millenaria costruzione potrebbe non essere lontana.

3) Daenerys parte finalmente per Westeros con le navi di Yara e Theon, e con l’appoggio di Ellaria e di Dorne.
Che sia finalmente arrivata l’ora per Daenerys di salpare da Essos per approdare finalmente a Westeros? Il momento non potrebbe essere più propizio. I Sette Regni sono divisi; il Nord è impegnato in lotte interne; un nuovo Greyjoy porterà sicuramente scompiglio con il suo progetto di una grande flotta; Dorne è pronta a combattere contro l’attuale famiglia reale; Yara e Theon vogliono fare un accordo per riprendersi le Isole di Ferro; i Dothraki sono agli ordini di Daenerys e hanno addirittura acconsentito ad attraversare il Mare Salato (che loro temono tantissimo) insieme a lei; a Meereen, e con lei, ci sono consiglieri saggi e fidati (Tyrion, Varys, Daario e altri) disposti a partire con lei e lasciarsi alle spalle una città che non li ha mai amati veramente; tre draghi ormai cresciuti, anche se forse ancora un pochino inesperti. Ci sono da aggiungere altre motivazioni? Direi di no. Anzi, ancora una: non manca molto alla fine della storia e della serie TV.

4) Entra in gioco Lady Stoneheart.
La possibilità che finalmente appaia c’è ed è concreta, soprattutto dopo l’ultimo episodio andato in onda. Brienne, Podrick e Jaime stanno convergendo nelle Terre dei Fiumi per l’assedio di Delta delle Acque; è tornato Walder Frey in tutta la sua cattiveria; è riapparsa la Fratellanza senza Vessilli con dei modi di fare decisamente più cruenti rispetto al passato; è confermato che Thoros di Myr riappare ma NON Beric Dondarrion. Tutti segnali che fanno presagire l’arrivo di Lady Stoneheart, un personaggio che i fan della serie TV hanno imparato a conoscere nelle prime tre stagioni. Una moglie devota e una madre amorevole, che ha subito un destino orrendo durante le Nozze Rosse. Avete capito di chi si sta parlando, vero? Il suo desiderio di vendetta nei confronti dei Frey è il motore di alcuni eventi molto importanti.

5) L’Alto Passero sa che Margaery finge di essersi convertita.
L’Alto Passero, per quanto odioso e irritante, non è uno sciocco o uno stupido. È impensabile che lui creda che Margaery si sia realmente convertita. Lui dovrebbe aver intuito che lei sta fingendo: la questione Olenna – affrontata nell’ultima puntata dai due – potrebbe essere il vero test che l’Alto Passero ha pensato per la Regina. Se Margaery si fosse davvero convertita, non avrebbe consegnato alla nonna il disegno della rosa che ha definitivamente convinto l’anziana Tyrell ad andare via da Approdo del Re. È probabile, quindi, che lei si sia fregata con le sue stesse mani e ne pagherà le conseguenze, insieme al fratello Loras. Inoltre, tutto questo potrebbe intrecciarsi con il processo riguardante Cersei: in che modo non si sa, visto e considerato che la sceneggiatura di questa storyline pare non essere perfettamente coerente.

6) Doppiogiochisti fra le casate del Nord in vista della battaglia per Grande Inverno
Gli Umber hanno fatto il doppio gioco a consegnare Rickon a Ramsay; in realtà sono in combutta o con Sansa o con Ditocorto. Ovviamente gli Umber hanno dovuto sacrificare sia Cagnaccio che Osha per convincere Ramsay del loro voltafaccia. Il giovane Bolton, per quanto sia furbo e molto intelligente, non può capire un doppio gioco del genere: suo padre Roose era infinitamente più esperto e guardingo. Molti pensano che la mossa di consegnare Rickon a Ramsay possa essere troppo azzardata e pericolosa; vero, ma era anche l’unica possibile per convincere il nuovo Protettore del Nord a credere agli Umber. Nella battaglia che si profila a Grande Inverno vedremo Bolton, Karstark e Umber contro Bruti, Mormont e altre casate del Nord (tra cui i Manderly): gli Umber riveleranno il loro doppio gioco ma non sarà comunque sufficiente. Interverrà quindi Ditocorto con l’esercito della Valle e porrà fine alla battaglia a favore di Jon e Sansa. Ultimo appunto: Rickon non ne uscirà comunque vivo. O Ramsay lo farà uccidere prima della sua inevitabile sconfitta, oppure ci penserà direttamente il diabolico Ditocorto, facendo ricadere la colpa sul perfido Bolton. Perché fare una cosa del genere? Solo e unicamente per vedere Sansa regnare su Grande Inverno.

E voi cosa ne pensate? Ritenete questi scenari completamente irrealistici oppure qualcosa sta per accadere realmente? Commentate qui sotto (magari evitando spoiler grossi) oppure sul forum, nel topic dedicato!

Marco Quargentan

The following two tabs change content below.

Marco Quargentan

Itasiano da ottobre 2008 grazie ad House MD e Lost. Blogger e Moderatore da giugno 2013 grazie a Game of Thrones, Traduttore da giugno 2015. Informatico di "professione", sassofonista per caso, appassionato di basket, player spasmodico della serie Legend of Zelda, lettore compulsivo di JRR Tolkien e GRR Martin (entrambi before it was cool), drogato seriale. Non chiedetemi la mia serie preferita, non saprei scegliere fra quelle che adoro.
Clicca per lasciare un commento
Torna su