Netflix

“Il Sussurro del Mondo” in arrivo su Netflix

Netflix ha da poco annunciato un’altra nuova serie che vedrà coinvolti i due showrunner de Il Trono di Spade (Game of Thrones): David Benioff e Daniel Brett Weiss. Ai due produttori è stato affidato l’adattamento de Il Sussurro del Mondo (titolo originale The Overstory), romanzo con cui Richard Powers ha vinto il premio Pulitzer per la narrativa nel 2019.

Netflix Queue ha così scritto su Twitter:

“Il romanzo vincitore del premio Pulitzer Il sussurro del mondo è in via di sviluppo come serie TV da David Benioff & D. B. Weiss.
Il romanzo di Richard Powers è un’opera travolgente di attivismo e resistenza e parla di un mondo magnificamente inventivo che una manciata di persone imparano a vedere e ne sono attratte.”

Questa è la sinossi ufficiale del libro, edito nel 2018 e pubblicato in italiano nel 2019 da La nave di Teseo:

Patricia Westerford – “Patty-la-Pianta” – comincia a parlare all’età di tre anni. Quando finalmente le parole iniziano a fluire, assomigliano piuttosto a un farfugliare incomprensibile. L’unico che sembra capire il mondo di Patricia, sin da piccola innamorata di qualsiasi cosa avesse dei ramoscelli, è suo padre – “la sua aria e la sua acqua” – che la porta con sé nei viaggi attraverso i boschi e le foreste d’America, a scoprire la misteriosa e stupefacente varietà di alberi. Cresciuta, dottorata ribelle in botanica, Patty-la-Pianta fa una scoperta sensazionale che potrebbe rappresentare l’alfa e l’omega della natura, il disvelamento del mistero del mondo: il compimento di una vita spesa ad ascoltare e guardare gli alberi, sin dalla nascita. Ma in realtà questo è solo l’inizio. Intorno a Patty-la-Pianta si intrecciano i destini di nove indimenticabili personaggi che a poco a poco convergono in California dove una sequoia gigante rischia di essere abbattuta da uomini sordi e ciechi. Il sussurro del mondo è un’opera immensa, un appassionato atto di resistenza e impegno, un inno d’amore alla letteratura, al potere delle storie, alla grandiosità della natura.

Negli ultimi mesi abbiamo avuto notizie di altre due produzioni Netflix firmate Benioff e Weiss, ovvero The Chair e Il Problema dei Tre Corpi, e anche questa terza produzione sembra promettere bene. In un’intervista al The New York Times, Reed Hastings, fondatore e amministratore delegato di Netflix, aveva espresso un giudizio molto positivo su Il sussurro del mondo:

È un magnifico esempio di come un’ottima narrazione possa aiutare a sviluppare comprensione ed empatia. Originale e profondo. Devo ammettere che negli ultimi anni ho ridotto molto la lettura di romanzi, quindi la nostra famiglia ha deciso che avremmo letto qualcosa tutti assieme durante le vacanze, e fortunatamente abbiamo scelto Il sussurro del mondo.

La giuria del Pulitzer ha invece così motivato la vittoria del rinomato premio:

“Un romanzo dalla costruzione geniale, rigoglioso e ramificato come gli alberi di cui racconta: la meraviglia della loro interazione evoca quella degli uomini che vi vivono accanto.”

Sarà coinvolto nella serie TV anche Hugh Jackman (Logan, Les Miserables) come produttore esecutivo, assieme allo stesso Richard Powers, Richard Robbins (L’esercito delle 12 scimmie, Good Girls Revolt) che ha scritto il pilot, e Bernadette Caulfield (Il Trono di Spade). Non si sa nulla su attori, registi o un’ipotetica data, e le voci sulla partecipazione di Jackman anche come attore sono, ahimè, ancora soltanto voci.

Un buon libro come base fa ben sperare: anche se le ultime stagioni de Il Trono di Spade hanno fatto storcere il naso a molti, non possiamo dimenticare l’ottimo lavoro svolto da Benioff e Weiss con le spettacolari prime stagioni, tratte dagli acclamati volumi di George R. R. Martin.

Voi cosa ne pensate? Vi incuriosisce questa nuova serie o la salterete per evitare nuove delusioni? Nel dubbio, intanto vado a leggermi il libro e vi aspetto sul forum per discuterne!

Federico Marchionda

Fonte: Deadline

The following two tabs change content below.

Fed

Musicista perso tra i libri e le serie TV. Inizio migliaia di cose e ultimamente scrivo musica e testi.
Torna su