Amazon

Amazon progetta una serie ispirata a Zombieland

La piattaforma di Jeff Bezos si sta lanciando di peso nella produzione di contenuti originali. E Zombieland è uno dei possibili progetti del futuro.

Double Tap

Per chi non lo conoscesse, stiamo parlando di Zombieland, film (ormai già culto) del 2009, con Jesse Eisenberg, Woody Harrelson e Emma Stone. Pellicola di spicco nel sottogenere della commedia horror, racconta le vicende tragicomiche di un bizzarro gruppo di sopravvissuti ad una apocalisse zombie.

Secondo Nellie Andreeva, la ben informata redattrice di Deadline, il colosso DotCom Amazon sarebbe interessato a dare luce verde ad una riduzione (o meglio, espansione) a serie della pellicola: il progetto, sviluppato dagli studi Sony, verrebbe promosso immediatamente a serie, come accade spesso nel caso delle piccole emittenti. Tutto il team originale del film, dal regista agli sceneggiatori, sarebbero della partita.

Curiosamente, in origine Zombieland era stata concepita come serie, poi rifiutata da diverse emittenti e infine ridotta a film, una di quelle pellicole che non fa il botto subito ma accumula un discreto successo nel tempo. L’anno scorso l’idea della serie era stata riproposta a Fox, e di nuovo rifiutata; stavolta con Amazon le cose potrebbero andare diversamente.

Da diversi mesi Amazon si sta muovendo per offrire alla clientela un palinsesto di contenuti originali, sulla strada di Netflix, i cui introiti di recente hanno subito una vera impennata. Le serie saranno trasmesse in via esclusiva attraverso il servizio Amazon Instant Video, che già offre ai clienti una vasta scelta di serie tv recenti e passate, a prezzi estremamente competitivi; ovviamente la presenza di materiale inedito aiuterebbe a rendere la clientela più fedele.

Amazon  ha già ordinato 6 piloti, tutte comedy (più facili da guardare in streaming, meno costose da produrre), fra cui progetti di Gerry Trudeau (il disegnatore della striscia culto Doonesbury), David Jeverbaum (il creatore del celebre The Daily Show) e la squadra del sito umoristico The Onion.

Fonte: Deadline

The following two tabs change content below.
10 Commenti
Torna su