Fox

Back to the Past: House

Di nuovo un tuffo nel passato carissimi Itasiani: oggi tocca al medico più pungente, irriverente, str**o della storia della TV: House!

LA SERIE

177 episodi per un totale di otto lunghe e coinvolgenti stagioni andate in onda su FOX a partire dal 2004. David Shore e Paul Attanasio creano Gregory House, un medico tanto brillante e capace quanto anticonvenzionale e burbero, capo del reparto di medicina diagnostica dell’ospedale universitario Princeton-Plainsboro Teaching Hospital.
Ascolti sempre molto buoni hanno permesso a questa serie di piazzarsi tra i primi dieci programmi TV più seguiti negli States sin dalla seconda stagione.

L’IDEA ORIGINALE E IL PROTAGONISTA

Ispirarsi ad un personaggio vincente, Sherlock Holmes, fu l’idea trainante degli ideatori della serie: così come il detective inglese per eccellenza, anche il protagonista in camice bianco doveva essere in grado di risolvere puzzle ed enigmi medici attraverso indizi nascosti e grandi capacità deduttive. La serie fu presentata ai piani alti dell’emettitente televisiva FOX come una sorta di CSI ospedaliero, in cui indagini cliniche e pazienti bugiardi la facevano da padroni. FOX, comprando la serie, pose un’unica condizione: i medici dovevano lavorare e non ciondolare per i corridoi e perdersi in chiacchiere. Fu proprio questa clausola che diede vita all’impertinente House. Shore era certo che se ci fosse stato un personaggio principale dal carattere forte e interessante, dotato di un’intelligenza fuori dal comune con un pizzico di cinismo e sfrontatezza, la serie avrebbe decollato.
Quale caratteristica in più avrebbe reso davvero unico il nuovo medico più popolare del piccolo schermo? Semplice, un handicap.
Inizialmente il personaggio del Dr. House doveva essere presentato in sedia a rotelle; in un secondo momento venne però presa in considerazione la presenza scenica che ogni attore protagonista dovrebbe avere: i produttori e la rete televisiva convennero che l’idea migliore sarebbe stata quella di un dottore rimasto zoppo (che cammina con l’ausilio di un bastone) a causa di una diagnosi errata, il quale, per sopportare i dolori lancinanti all’arto inferiore, dipende dai narcotici.

IL CAST

house-teamHugh Laurie è il protagonista della serie: interpreta il dottor Gregory House, primario del reparto di diagnostica. Ha un carattere pungente, è esplicito, senza nessun filtro,
menefreghista e burbero all’ennesima potenza. A causa di un infarto perde parzialmente l’uso di una gamba, e le necrosi dei tessuti nervosi del quadricipite gli provocano costanti dolori che cerca di placare assumendo Vicodin (un oppiaceo), al punto tale da esserne dipendente.

Lisa Cuddy, interpretata da Lisa Edelstein, è la direttrice dell’ospedale e capo di House. Ha un carattere forte e risoluto, tanto da riuscire a tenere testa al prepotente protagonista. È spesso la vittima preferita delle battute taglienti e sessiste del dottore.

James Wilson ha il volto di Robert Sean Leonard, migliore (e unico) amico del protagonista. Primario del reparto di oncologia, il suo attaccamento alla professione lo porta a trascurare la moglie dalla quale divorzierà; sarà protagonista di diverse vicende sentimentali sulle quali l’irriverente House non perderà occasione di mettere bocca, senza far mancare sarcasmo e cattiveria.

Il primo team del Dr. House è interpretato da Omar Epps, Jesse Spencer e Jennifer Morrison. In ordine vestono i panni del Dr. Foreman, specializzato in neurologia che ambisce ad una carriera brillante e piena di riconoscimenti, ma via via subirà sempre di più la cattiva influenza del suo capo; il Dr. Chase, specializzato in terapia intensiva e figlio di un noto reumatologo con cui ha pessimi rapporti, intraprende la carriera medica cercando di dimostrare di avere le qualità del bravo medico e non di essere raccomandato dal suo cognome; inizialmente cinico e duro, mostrerà un lato romantico e sentimentale. Infine la quota rosa del team, la dottoressa Allison Cameron, specializzata in immunologia, inizialmente attratta dal protagonista in cui rivede la sofferenza del marito stroncato da un cancro.

Dalla quarta stagione in poi la squadra di House cambia radicalmente e vengono introdotti tre nuovi personaggi che andranno a comporre il secondo team: Peter Jacobson interpreta Chris Taub, specializzato in chirurgia plastica, si troverà alla corte di House per mettere a tacere le voci (per altro fondate) di una sua relazione extra coniugale che circolano nel suo studio; Olivia Wilde interpreta Remy Hadley, detta Tredici (il numero che portava al collo durante uno dei giochi di House messi in atto per la selezione del personale), specializzata in medicina interna avrà una relazione con Foreman; Kal Penn veste i panni, anzi il camice, di Lawrence Kutner, specializzato in medicina dello sport che sarà disposto a tutto pur di fornire una diagnosi al suo capo.

GUEST STAR

Diversi volti noti hanno recitato una piccola parte in House, per esempio la modella e attrice statunitense Carmen Electra appare nel penultimo episodio della prima stagione, mentre in due episodi della terza gli appassionati di musica dei Limp Bizkit avranno riconosciuto il cantante della band Fred Durst. David Stratharn, nominato all’Oscar nella categoria miglio attore nel film del 2006 Good Nigh, and Good Luck, appare in un episodio della sesta stagione.

NON TUTTI SANNO CHE…

Gli enigmi che House e la sua squadra sono chiamati a risolvere in ogni episodio sono ispirati ad una rubrica del New York Times che si occupava di particolari casi clinici.
L
a serie è stata distribuita in 66 paesi, e nel 2008 House è stato il programma televisivo più seguito al mondo.
Ha collezionato numerosi premi, tra i quali due Golden Globe e tre Emmy Award.
Il titolo iniziale doveva essere Chasing Zebras, Circling the Drain (A caccia di zebre, in vita appesi ad un filo); la zebra, infatti, in gergo medico statunitense rimanda ad una diagnosi particolarmente difficile.
Il regista del pilot Brian Singer ha dichiarato che il filo conduttore della serie doveva essere anche il titolo del primo episodio, Everybody Lies. E lo sapevate che il regista ha recitato nell’episodio da lui stesso diretto?
David Shore, per costruire il personaggio di House, ha preso spunto da un’esperienza personale: aveva fissato un appuntamento in ospedale a causa di un dolore persistente all’anca, e proprio il giorno prestabilito si è recato dai medici senza alcun dolore; pensò che non appena avesse lasciato lo studio medico i dottori si sarebbero fatti una grassa risata. Shore si chiese: “Perchè il nostro protagonista non può ridere in faccia ai suoi pazienti?”
Sapevate che Hugh Laurie ha diretto il secondo ed il terzo episodio della quinta stagione? Avete una vaga idea di come Hugh abbia fatto il provino per la parte del dottor House? Ci credereste se vi dicessimo che ha registrato la sua audizione in un bagno? Proprio così, il nostro dottore preferito si trovava in un hotel in Namibia e giustificò la scelta della toilette dicendo che era l’unica stanza con un’illuminazione decente. Shore paragonò questo video ad uno di Bin Laden a causa dell’aspetto trasandato di Laurie! Ah, quasi dimenticavo… Nel video in questione Hugh usa un ombrello come bastone.

 

Gli sceneggiatori cercavano un attore dall’accento americano per dare un volto al protagonista. Allora come si spiega che abbiano scelto proprio Hugh (ricordiamo che è di nazionalità inglese)? Singer non si accorse che Laurie fosse inglese, e quando lo showrunner chiese spiegazioni l’attore dichiarò:

L’accento americano deriva da una gioventù sprecata a guardare troppa TV e troppi film.

Hugh Laurie percepì 300.000 dollari ad episodio a partire dalla terza stagione, mentre dalla quinta in poi 400.000$.
Robert Sean Leonard nel 2004 ricevette i copioni di House e di Numb3rs (per il ruolo di Charlie Eppes), ma scelse la serie medica perché la sua filosofia di vita è “meno lavoro, più sono felice”.
Sapevate che anche Patrick Dempsey fece il provino per il ruolo di Chase?

Avrei altre mille curiosità per voi, ma ne ho scelta una con la quale salutarvi, augurarvi buone feste e dandovi appuntamento al prossimo revival: il consiglio comunale di Los Angeles ha dichiarato il 21 maggio 2012 (giorno della messa in onda del season finale) come House Day!

HOUSE-TV-Series-Season-8-Finale-Episode-Poster-e1335199793877

The following two tabs change content below.
8 Commenti
Torna su