NBC

This Is Us: seppellite Jack Pearson al più presto

This Is Us è tornato a devastare le nostre settimane a suon di singhiozzi e lacrime. Ma c’è qualcosa che la serie di Dan Fogelman dovrebbe fare al più presto: seppellire Jack Pearson.

this-is-us-jack-pearson

[CONTIENE SPOILER SULLA PREMIÈRE DELLA SECONDA STAGIONE]

In origine questo era un post che volevo buttar giù d’impatto alla fine della prima stagione di This Is Us ma, per motivi che non sto qui a spiegare, è diventato freddo con il passare del tempo e quindi me ne sono fatto una ragione. Ma è andata in onda la première della seconda stagione e ta daaah eccolo risorgere dal cimitero delle bozze.

Prima di tutto voglio precisare che adoro This Is Us. Adoro il modo in cui viene raccontata la storia dei Pearson. Adoro le tematiche affrontate. Adoro gli attori che recitano nella serie. Un po’ meno Milo Ventimiglia, magari, ma vi assicuro che questo non ha nulla a che vedere con il motivo di questo post che è un po’ una richiesta a tinte dark: seppellite Jack Pearson, una volta per tutte. Fatelo tornare nei flashback, come ologramma, come apparizione divina nel giorno del 40esimo compleanno dei big three. Ma seppellitelo. Per carità. Definitivamente. Perché altrimenti This Is Us rischia di essere uno show incentrato sulla morte di Jack, diventando quello che effettivamente non è. Da quando è stato svelato il destino del personaggio di Milo Ventimiglia, ad ogni scena in cui appariva Mr. Pearson si innescavano una serie di ipotesi sulla sua morte, spostando i connotati della serie, in maniera leggera ma non meno fastidiosa, da family drama a “mistery”. Volete qualche esempio? Oh mio Dio Jack è morto, ma chissà come: Jack è morto per una malattia; Jack è morto per salvare qualcuno (forse la figlia, ci arrivo tra poco); Jack è stato assassinato; Jack è morto in un incidente stradale (Mitch Leery anyone?); Jack si è suicidato; Jack è morto in un incidente aereo o, peggio ancora e grazie a Dio non è stato così, durante l’attentato alle Torri gemelle. Tutte speculazioni che sono state portate avanti nel corso della prima stagione e che hanno trovato una mezza risposta con il debutto della seconda stagione. Tutte speculazioni legittime e giuste. Ma può andar bene per la prima stagione, sulla quale gravano incognite di audience e con l’orso delle cancellazioni che pregusta odore di sangue fresco. Il successo della serie di Dan Fogelman penso non si basi su questo tipo di coinvolgimento dell’audience, piuttosto sul modo in cui la storia dei Pearson viene raccontata, mescolando i piani temporali e creando degli intrecci che comunque incollano lo spettatore allo schermo. This Is Us non ha bisogno dell’elemento “mistery” per tenersi gli spettatori. Soprattutto perché la morte di Jack è tutto tranne che un mistero, visto che è stata già svelata nella prima stagione. È un fatto che va preso così com’è. Sapere come è morto Jack ha qualche rilevanza ai fini della storia? Forse sì, dato che la figlia si sente responsabile della sua morte. Ma ciò non toglie che non è un arco narrativo così longevo da poter essere percorso per tanti episodi.

jack 2

Nella première della seconda stagione scopriamo che molto probabilmente Jack è morto in un incendio (mi tengo sulle probabilità ché non si sa mai). Un paio di minuti di scena e le ipotesi che si sono create sono certamente innumerevoli. Ora non sto ad elencarle ma provate a immaginare tutti gli scenari possibili dell’incendio. Fatto? Ora provate a immaginare il peso che tutte queste ipotesi possono avere sulla storia. Cosa cambia? Secondo me nulla. Prima di tutto perché Jack resta morto nell’esperienza di ogni singolo personaggio. Secondariamente, ammesso che la stessa figlia si senta responsabile della sua morte, lo è a prescindere dal modo in cui lei ha innescato l’incendio, con una sigaretta o un lanciafiamme. Kate è responsabile della morte del padre. Ok. Ma si sentirebbe responsabile allo stesso modo dopo un episodio o dopo cento. Ci sono gradi di responsabilità che possono dettare l’andamento della serie? È un arco narrativo che non può evolvere in nessun modo visto che il personaggio muore e per questo non ha senso reiterarlo a lungo. In uno show come This Is Us, con un tipo di narrazione che lo ha reso peculiare, creare un’attenzione incentrata sul mistero della morte di Jack, oltre che inutile, può rivelarsi controproducente perché la soluzione di questo arcano rischia di sgonfiare l’attenzione sullo show. Perché This Is Us parla di famiglia, di legami, di rapporti genuini e non ha necessità di ricorrere a strategie narrative basate sul mistero. E questo non vuol dire togliere di scena Jack. Tutt’altro. Vuol dire dargli il posto che si merita nell’economia della storia, senza però farlo dominare su tutto il resto. Perché non penso abbiate deciso di continuare a guardare This Is Us solo per sapere che fine farà il personaggio di Milo Ventimiglia. Per questo motivo è necessario seppellire Jack una volta per tutte.

The following two tabs change content below.

Giovanni Trombino

Sul blog di Italiansubs da Febbraio 2016, mentre le serie TV le guardo da molto più tempo. Agli episodi pilota do sempre una chance, soprattutto se di genere drammatico: Mad Men, Treme, Six Feet Under per dirne solo tre. Poche comedy tradizionali, molte più dramedy e black comedy. No teen drama, ho già dato con Dawson's Creek.
Clicca per lasciare un commento
Torna su