Cinema

Beasts Of No Nation – Recensioni da Venezia 72

Dopo l’Emmy come Miglior Regia per la serie cult True Detective, Cary Joji Fukunaga torna dietro la macchina da presa con un film impegnato e duro.

20594-Beasts_of_No_Nation_1_courtesy_of_NetflixIl primo film in concorso a essere proiettato qui a Venezia 72 è Beasts Of No Nation, sceneggiato e diretto da Cary Joji Fukunaga. Ambientato in una regione dell’Africa invasa dalla guerra civile, il film racconta la storia di Agu, un ragazzo che viene arruolato da alcuni mercenari dopo che il suo villaggio è stato attaccato da un gruppo di soldati. Pur essendo una storia di finzione, Beasts Of No Nation ci mostra una realtà che potrebbe benissimo essere la nostra. Questo sembra essere, secondo le parole del direttore della Mostra Alberto Barbera, il filo che unirà i film qui a Venezia: attraverso la finzione riappropriarsi di un reale che ormai ci sfugge. Beasts Of No Nation ci riesce mostrandoci come la guerra trasformi anche il più innocente dei bambini in una bestia. Agu ci viene presentato da subito come un ragazzo che nonostante viva in uno stato di costante tensione, riesce sempre a trovare il modo di sorridere. Una spensieratezza che viene presto spazzata via dalla guerra con effetti devastanti. Anche il Comandante, interpretato da uno straordinario Idris Elba, è una bestia la cui umanità è ormai scomparsa, sotterrata dalle atrocità da lui compiute. Il film sembra dirci che siamo tutti bestie senza nazione quando ci lasciamo prendere dai nostri istinti più primordiali, l’importante è riuscire a rimanere o tornare ad essere uomini. Un plauso particolare all’ottima regia di Cary Fukunaga. La macchina da presa si muove precisa e silenziosa, insinuandosi nelle atrocità della guerra e rivelandocene con cristallina oggettività gli orrori. Non è facile rimanere seduti ed assistere agli orrori che compaiono sullo schermo, si rimane alquanto scossi alla proiezione del film. Difficile forse, ma ne vale assolutamente la pena.

Beasts Of No Nation è un film tragico e commovente, che non ha paura di osare e provocare lo spettatore, risultando uno dei migliori film di e sulla guerra mai fatti.

Il film uscirà in America su Netflix il 16 ottobre. Vi lascio qui sotto il trailer.

The following two tabs change content below.

Jacopo Msn

Jacopo Mascolini, laureato al DAMS di Roma e su ItasaBlog dal 2014, sta studiando alla Scuola Holden di Torino per diventare uno sceneggiatore di serie TV.
2 Commenti
Torna su