Eventi

Comic-Con 2012 presenta: The Following

Sappiamo già le impressioni di alcuni privilegiati che hanno visto il pilot in anteprima, sappiamo anche che è stato il preview più apprezzato finora, conosciamo meglio The Following, in arrivo in mid-season su FOX.

Al panel erano presenti i produttori Kevin Williamson (che ha lasciato i diari vampiri nelle mani di Julie Plec) e Marcos Siega e i due protagonisti principali James Purefoy e Kevin Bacon.

seguono importanti anticipazioni

Ryan Hardy (Bacon) è un profiler FBI in pensione, che viene richiamato in servizio nel momento in cui una sua vecchia conoscenza, Joe Carroll (Purefoy), riesce ad evadere dal carcere dopo 9 anni. Per cercare di rimetterlo dietro le sbarre, Hardy viene affiancato dagli agenti Mike Weston (Shawn Ashmore) e Jennifer Mason (Jeananne Gooossen). La caccia all’uomo potrebbe concludersi in fretta ma il serial killer dimostra di essere estremamente astuto e sfruttando al meglio le risorse telematiche e i media, ha creato una rete di serial killer sparsi per tutti gli USA (da qui il titolo), il compito degli agenti diventa quindi estremamente più complicato.

 

Williamson spiega che l’idea è nata molti anni fa, ai tempi di Scream, ma non trovava mai lo sviluppo giusto, film, serie tv, fumetto per cui aveva messo il progetto in un cassetto, fino a quando qualche mese fa ha avuto voglia di provare a capire come poteva trasformare l’idea ed è uscita questa serie. L’idea iniziale era di una sola stagione di 12 puntate, ma le insistenze della FOX, che crede molto nel prodotto, ha fatto in modo di allungare la stagione 1 e di sviluppare la trama per almeno due stagioni. Nella prima, si vedrà come Carroll, che ha una predilezione per [Edgar Allan, ndr] Poe,  ha sviluppato nel tempo l’idea di creare una rete di serial killer per mettersi al sicuro e continuare ad uccidere indisturbato, dall’altra parte sarà sviluppato il tentativo di Hardy e della sua squadra di mettere fine al killer e ai suoi seguaci.

Siega ha anticipato una cosa importante, in ogni puntata non sarà svelato allo spettatore se il serial killer di turno facesse o meno parte della rete strutturata da Carroll.

Williamson fa sapere che ha voluto fin da subito Bacon nel ruolo dell’agente FBI, visto il suo apprezzamento per i thriller e ora che hanno avuto modo di lavorare insieme è certo di aver scelto la persona più adatta. Bacon ha confermato che pur essendo spaventato dal copione non riusciva a smettere di leggere e si è convinto subito che il profiler era proprio il ruolo che voleva interpretare da tempo, un eroe complesso che in qualche modo ha smarrito la strada giusta ma la caccia al killer lo riporterà in carreggiata.

Per finire la parola a Purefoy, il suo Carroll lo descrive come affascinante, astuto, molto carismatico e manipolatore, ci tiene a distanziarsi dalla classica figura di serial killer. Joe sin da ragazzo ha sempre avuto una sensazione di impotenza, per cui ora sente il bisogno di essere il padrone della situazione sua e di chi lo circonda, è un killer violento e ogni sua vittima è privata degli occhi “perchè loro sono lo specchio dell’anima come dice il suo poeta preferito”.

Del cast fanno parte anche Nathalie Zea che interpreta Claire Matthews, ex moglie di Joe e Kyle Catlett che è il figlio Joey.

per finire un assaggio con un lungo promo, vi ricordo che la serie arriverà in mid-season su FOX.

fonti:

 

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su