Eventi

Comic-Con 2017: Outlander

Nella giornata di venerdì si è svolto il panel della serie TV Outlander, prodotta da Ronald D. Moore e in onda su Starz.

All’evento – moderato da Jenna Dewan Tatum, moglie di Channing Tatum – erano presenti i produttori Ronald D. Moore, Diana Gabaldon e Maril Davis, insieme agli attori Caitriona Balfe, Sam Heughan, Tobias Menzies, Richard Rankin e Sophie Skelton. Per prima cosa, è stato trasmesso il trailer della terza stagione, rilasciato qualche giorno prima del Comic-Con. Eccolo qui:

All’ingresso in sala degli ospiti, i più applauditi sono stati Heughan e Balfe (e non poteva essere altrimenti). Dopo un primo intervento di Moore, in cui ha spiegato che questa sarà principalmente una stagione di transizione in cui non mancheranno momenti molto importanti, e un secondo intervento di Davis, in cui ha condiviso la propria emozione nel girare la serie in Scozia e sui set che furono di Black Sails, la moderatrice ha provato a tirare fuori qualche informazione degli attori: informazioni sui loro personaggi e su cosa vedremo nella prossima stagione, composta da 13 episodi e che inizierà domenica 10 settembre. Inoltre, Gabaldon ha confermato di non aver partecipato alla scrittura di alcun episodio per questa stagione.

Da qui in avanti, troverete spoiler minori sulla terza stagione.

Cast di OutlanderLa sfida più importante è stata interpretare i personaggi della serie invecchiati di 20 anni. “Abbiamo dovuto portare al limite i personaggi e concentrarci più sulle loro esperienze che sul passare degli anni”, ha commentato Heughan, aggiungendo: “Claire e Jamie saranno separati per molti episodi, quindi entrambi dovranno adattarsi e vivere le proprie vite coscienti del fatto che hanno perso la persona che più amano al mondo”. Su questo punto, Moore ha aggiunto che “C’è tanto da raccontare di quei 20 anni in cui i due sono stati separati” e ha lanciato un’affermazione criptica: “Questo non vuol dire che Heughan e Balfe non condivideranno una scena nella première”. Menzies ha invece commentato la vita di Claire e Frank dopo il ritorno dal passato della donna; i due cercheranno di costruirsi una vita, di costruire una famiglia con la bambina (di Jamie). Ma Claire sarà riluttante anche solo a far toccare la bambina al marito e questo durerà per mesi e mesi, e la tensione arriverà a un punto in cui salterà tutto: saranno dette parole pesanti e voleranno oggetti, tra cui un posacenere. “Scopriremo la vita di Claire e Frank a Boston, e nei libri questa viene raccontata in un modo specifico. Seguiremo tutto in tempo reale” ha concluso Menzies. Claire è tornata nel suo tempo ma, sfortunatamente, l’attitudine degli uomini nei confronti delle donne – e del posto che devono occupare nella società – non è cambiata di molto. Apparentemente, dovrà accontentarsi della vita da casalinga e da mamma, mettendo da parte il suo lavoro da infermiera.

A seguire, gli ospiti hanno giocato a Truth or Dance (dì la verità o balla); la moderatrice del panel Dewan Tatum ha avuto la fortuna di ballare con Sam Heughan, che ha avuto l’accortezza di domandarle se il marito fosse nei paraggi o meno. Dopo questo intermezzo, ci sono state le domande degli spettatori agli ospiti, interrotte dall’arrivo a sorpresa di Graham McTavish, interprete di Dougal MacKenzie nella serie, che ha deciso di mostrare le proprie doti di ballerino al pubblico. In conclusione, i fortunati presenti al panel hanno potuto vedere in anteprima assoluta – e a sorpresa – il primo episodio della terza stagione, intitolato The Battle Joined e scritto da Moore stesso. Ecco qui il riassunto che vedremo prima dell’episodio:

FONTI: Deadline, TVLine.

Marco Quargentan

The following two tabs change content below.

Marco Quargentan

Itasiano da ottobre 2008 grazie ad House MD e Lost. Blogger e Moderatore da giugno 2013 grazie a Game of Thrones, Traduttore da giugno 2015. Informatico di "professione", sassofonista per caso, appassionato di basket, player spasmodico della serie Legend of Zelda, lettore compulsivo di JRR Tolkien e GRR Martin (entrambi before it was cool), drogato seriale. Non chiedetemi la mia serie preferita, non saprei scegliere fra quelle che adoro.
Clicca per lasciare un commento
Torna su