Recensioni

Gli Aperitivi: Dark Net

Tra una serie TV e l’altra, che ne dite di una pausa? Showtime ha prodotto un documentario in otto puntate – in cui ci svela i lati oscuri della rete – intitolato Dark Net.

darknet1LA TRAMA: questo documentario in otto puntate è strutturato in modo da farci conoscere meglio quello che si nasconde nella zona oscura chiamata Deep Web. Nel corso delle puntate saranno trattati argomenti quali bio-pirateria, cyber-sequestri di persona, guerra digitale, siti di culti religiosi, pornografia, commercio di sesso virtuale e altro. Inizialmente creato per permettere all’Intelligence Community – 17 agenzie e organizzazioni del governo federale degli USA – di incontrarsi on-line in una zona protetta, il Deep Web è diventata una zona privata dove cresce a dismisura ogni genere di attività pericolosa nelle mani di predatori informatici e criminali. Negli ultimi anni la tecnologia, in ogni sua forma, è diventata sempre più presente nella nostra vita quotidiana: l’uso smodato di quest’utlima porta spesso a trovarsi coinvolti in attività illecite che nel cosidetto Deep Web trova terreno fertile. 

LA PRIMA IMPRESSIONE: sembra che, in quest’ultimo periodo, vada di moda il documentario e, considerando gli ultimi successi di Making a Murder o The Jinx, non c’è da stupirsi che le reti cable o le piattaforme streaming ne producano sempre di più. In questo caso ho trovato davvero spiazzante e interessante questa produzione, dove la rappresentazione iniziale ti dà l’idea di vedere una storia che in realtà scopri essere ben diversa. Nella prima puntata il tema trattato si può definire “commercio di sesso virtuale”: seguiamo tre storie diverse dove la cosa in comune è il sesso. Si passa dalla coppia che è legata da un rapporto di sottomissione a una vittima di vendetta porno a un uomo impegnato in una relazione con un personaggio virtuale.

IL TASTO DOLENTE: l’unica cosa negativa che mi viene in mente è che il pubblico può non essere interessato a conoscere i reali pericoli che si nascondono dietro l’uso del Deep Web. Non sarei mai andata volontariamente a cercare informazioni su questo mondo: so che esiste ma è ben distante dal mio.

IL VERDETTO: sicuramente un prodotto accattivante, interessante e ben fatto, merita la visione anche se non è essenziale. Chi vuole conoscere meglio il Deep Web ha una possibilità per approfondire l’argomento.

IL TRAILER:

Questa novità è partita il 21 gennaio 2016 su Showtime e in home trovate già i sottotitoli della prima puntata!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Clicca per lasciare un commento
Torna su