Amazon

Gli Aperitivi: Hand of God

Siamo a settembre, inizia il periodo “caldo” per quanto riguarda le novità e visto che anche Amazon è oramai in gioco, questa volta lo spazio è tutto suo. La parola, Vostro Onore, passa a Hand of God.

LA TRAMA

amazon-handofgodIl giudice Pernell Harris (Ron Perlman) è in una fase difficile della sua vita: il figlio è in coma in ospedale e la nuora Jocelyn (Alona Tal) gli nasconde qualcosa. Intanto Chrystal (Dana Delany), la moglie di Pernell, e Robert Boston (Andre Royo), suo amico, stanno tramando alle sue spalle. A completare il quadro troviamo il sociopatico KD (Garreth Dillahunt), che inizia a fare il giustiziere. Infine troviamo il reverendo Paul Curtis (Julian Morris), in cerca di riscatto, aiutato dall’assistente Alicia (Elisabeth McLaughlin). Un giorno Harris inizia a farneticare che sente la voce di Dio, gli riferirebbe messaggi tramite il figlio in coma. E le cose prendono una piega inaspettata.

LA PRIMA IMPRESSIONE

Avevo già avuto modo di vedere il pilot un anno fa, (qui l’articolo) quando Amazon ha messo in rete cinque pilot di potenziali serie su cui il pubblico avrebbe dovuto esprimersi. Questo è stato il più apprezzato e le votazioni erano elevate con pochi insoddisfatti. In tempi non sospetti avevo preventivato sarebbe diventato serie e così è stato. L’inizio è subito interessante, buoni attori ma su tutti spicca prepotentemente Ron Perlman che, dopo Sons of Anarchy, potrebbe aver trovato un’altra serie in cui dimostrare tutto il suo talento e la sua bravura. Senza togliere nulla agli altri, ruba la scena come nessuno. Aggiungeteci un po’ di mistero, qualche segreto accennato, personaggi interessanti e avrete una nuova serie da divorare per il weekend. Un bonus in più, la sigla ha una musica che si sposa benissimo con le immagini.

IL TASTO DOLENTE

Mi chiedo solo come potrebbe proseguire la serie dopo questo buon inizio, sono un po’ perplessa sulla parte che riguarda il “dialogo con Dio attraverso il figlio in coma”. La professione del protagonista, a mio avviso, ha un certo peso e sicuramente non si può lasciare che un giudice abbia evidenti problemi mentali. Molto interessante invece la svolta che potrebbe prendere la parte di “giustiziere” che fanno intuire dal primo episodio.

IL VERDETTO

Il pilot è molto curato, ha una buona base su cui sviluppare la storia, un bel cast interessante e la presenza di Perlman potrebbe fare la differenza. I personaggi sembrano ben caratterizzati e con quell’alone di mistero che può trovare i favori del pubblico. Altro punto a favore sembrerebbe la serializzazione della trama, riducendo al mimino l’eventuale “caso del giorno”. Come per Netflix, per avere qualche responso, bisognerà aspettare i risultati rilevati dalla piattaforma digitale.

IL TRAILER

La prima stagione conta dieci episodi, rilasciati tutti insieme il 4 settembre da Amazon Prime, i sub firmati Italiansubs li trovate in home, come sempre! Si preannuncia un altro weekend di PC e pop-corn. Alla prossima!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su