Amazon

Visti per voi: The Cosmopolitans, Red Oaks e Really by Amazon

E come promesso eccoci con la seconda parte della visione dei pilot potenziali che Amazon ha messo a disposizione per i suoi clienti.

Premetto che io non seguo molte comedy, perché dopo un po’ perdo interesse e questo trio ha davvero ben poco da far ridere. Ma continuate a seguirmi e vi spiegherò meglio.

The Cosmopolitans

the cosmopolitans

È il ritorno sulla scena dell’attore Adam Brody, indimenticato Seth di The O.C. L’attore interpreta Jimmy, un giovane americano appena arrivato a Parigi. Con lui troviamo Sandro (Adriano Giannini) e Hal (Jordan Rountree). I tre ragazzi sono coinquilini e subito fanno la conoscenza con la giovane Aubrie (Carrie MacLemore) e per risollevarsi dalle recenti pene amorose vanno a una festa a casa di Fritz (Freddy Ashblom). Qualcuno un po’ annoiato pensa di animare un po’ la serata e si ritrova cacciato di casa con gli amici.

In realtà la storia non sarebbe neanche così male, ma è un dramedy e non ho riso una volta. Ad essere sincera il nostro Giannini è davvero fuori target per fare ancora il poco più che ragazzo annoiato. La presenza femminile fa già pensare che potrebbe essere in arrivo un qualche triangolo tra i due ragazzi e la bella moretta, ma anche no grazie. Il pilot fin’ora non ha ottenuto grande riscontro e il poco pubblico votante si è diviso tra chi l’ha apprezzato e vuole vederne altre puntate e chi come la sottoscritta dice: “Next“!

Red Oaks

red oaksAmbientato nel 1985 nel Country Club “Red Oaks” che dà il titolo al pilot, seguiamo le vicende del giovane diplomando David Myers (Craig Roberts), che trova lavoro come istruttore di tennis per la clientela ebraica. Mentre il ragazzo fa amicizia con il suo supervisore Nash (Ennis Esmer), si fa anche un nemico influente: Mr Getty (Paul Reiser), presidente del circolo, snob e arrogante quando è costretto a batterlo a tennis per mantenere il posto di lavoro. Nel frattempo, il padre di David, Sam (Richard Kind), ha un attacco di cuore ed è ricoverato in ospedale, ma questo non lo ferma dal corteggiare l’infermiera. Facciamo la conoscenza anche di Karen (Gage Golightly), la bella insegnante di aerobica e fidanzata di David che è pronta a tutto pur di diventare modella. Ovviamente la misteriosa morettina che ogni tanto osserva David è la figlia dell’odioso presidente del Club. Per concludere c’è il pigro parcheggiatore Wheeler (Oliver Cooper) che cerca di conquistare la bella e sexy istruttrice di golf, Misty (Alexandra Turchen).

Non è che sentissimo la necessità di un’altra comedy ambientata negli anni ottanta, dopo il grazioso The Goldbergs, ma almeno questa comedy-drama ha davvero modo di farvi ridere a qualche battuta durante il pilot. Cosa positiva sono le musiche ed i costumi abbastanza curati. I personaggi sono un po’ stereotipati, molto film americani anni ottanta, con tutte le caratteristiche del caso. Ma la puntata funziona: non ti annoi né guardi l’ora ogni cinque minuti pensando a quando finirà. Per cui se dovessi scegliere almeno una comedy da salvare, per me vincerebbe questa a mani basse. Anche i votanti fin’ora non sono tantissimi, ma danno tra le quattro e le cinque stelle con commenti a dir poco entusiasti.

Really

reallyRacconta la vita di quattro coppie di amici, ognuna con le sue problematiche più o meno già viste. Ci sono Jed (Jay Chandrasekhar) e Lori (Sarah Chalke) che rappresentano la coppia multietnica felice e con figli a carico. Nel gruppo di amici troviamo anche quelli in crisi: Johanna (Selma Blair) e Fred (Luka Jones); lui beve e dà in escandescenze e lei cerca conforto in Matt (Travis Schuldt), marito di Margareth (Lindsay Sloane). Ci sono poi i coniugi Charlie (Hayes MacArthur) e Allison (Collette Wolfe), apparentemente felici ed innamorati. Poi c’è l’amico escluso Steve (Rob Delaney) che si presenta a sorpresa con la nuova fiamma, tale Jenny (Britney Alger).

È stato davvero il pilot che ho faticato più a finire perché, al di là della prevedibilità delle scene e situazioni nel corso della puntata, i personaggi sono davvero tanto simili a tante altre coppie viste nel corso degli anni in altre comedy che fanno o facevano ridere davvero. Questa vuole essere una comedy-dramedy più indirizzata ad un pubblico adulto, ma l’unica cosa che suscita è la noia totale. Non è solo la mia scarsa visione di comedy in generale, ma anche il poco pubblico finora votante è completamente frazionato tra una e cinque stelle, segno che non sono l’unica che la cestinerebbe senza appello. Spiace molto per la bella e brava Sarah, amatissima ex Scrubs, ma davvero questa è un grosso no.

E voi che ne pensate? Su carta vi sembra che ci sia una trama e un cast vincente o speriamo che si salvino i due drama di ieri? Fatemelo sapere con un commento se volete e con questa rubrica ci ritroviamo alla prossima infornata di potenziali pilot di Amazon.

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su