Eventi

Comic-Con 2013: Sons of Anarchy

E anche quest’anno il Comic-Con di San Diego si è chiuso con il panel di una delle serie TV più amate ma snobbate dalla critica: per FX, signore e signori, Sons of Anarchy.

Alla presentazione della sesta stagione era presente Kurt Sutter con Paris Barclay e praticamente tutto il cast principale della serie TV: Charlie Hunnam, Katey Sagal, Ron Perlman, Maggie Siff, Kim Coates, Theo Rossi, Mark Boone Junior, Tommy Flanagan e Dayton Callie.

soacomiccon2013

Il panel si apre con un breve filmato che anticipa alcuni eventi. Speriamo che al più presto sia visibile, perché raccontarlo non renderebbe bene l’idea di quello che si vede. Poi iniziano le domande del moderatore, vediamo insieme i punti importanti e gli spoiler (attenzione!) generosamente lasciati da Sutter e dagli attori.

La prima cosa che ci si chiede è se tutti gli attori saranno con noi anche nella prossima stagione, perché è piuttosto noto che, in ogni stagione, qualcuno del cast saluti il pubblico per l’ultima volta. Sutter non lascia trapelare certezze alcune, per cui…

Un altro momento interessante è quando Kurt afferma che la settima stagione potrebbe essere l’ultima, infatti dice:

Penso che abbiamo davvero fatto un ottimo lavoro sullo sviluppo dei personaggi nel corso degli anni e sento di essere arrivato quasi alla fine del viaggio.

Per Sutter è importante non allungare troppo il brodo; secondo lui prima o poi si dovrà mettere la parola fine a tutti i casini che sono piovuti addosso ai protagonisti negli anni. E quando gli chiedono come sarà la scena finale, risponde: “Sarà un’enorme pozza di sangue”. Poi spiega che ha le idee molto chiare su quella che immagina essere la scena finale, solo che non ha ancora chiaro come arrivarci.

E finalmente qualche anticipazione sulla stagione in arrivo.

La prima puntata della stagione 6 sarà temporalmente ambientata pochi giorni dopo l’ultima trasmessa. Abbiamo Jax che sarà diviso tra l’essere un buon leader, un buon padre e un buon marito. Ma ci sono grandi sfide in arrivo. Per lui l’importante è riuscire a far bene in ogni ruolo. È spaventato dall’idea di diventare come Clay e vorrebbe essere più simile a JT, ma la perfezione non esiste; la sua sfida più grande sarà proprio quella di essere presente il più possibile per tutti, senza perdere la sua identità e senza rinunciare al suo modo di vedere le cose.

Per Clay si prevedono tempi bui: non solo nella scorsa stagione è stato tradito da Gemma, ma ha anche perso il posto di leader e la fiducia in se stesso. Sa che questa volta non potrà fare “giochetti”, non ci saranno scelte possibili, perché sa di avere un grosso bersaglio sulla schiena e spera solo di potersela cavare ancora una volta. Ma difficilmente tornerà ad essere leader, i giorni di gloria per lui sono giunti alla fine. In questa stagione sarà in balia di forze esterne pressanti che non gli lasceranno possibilità di scegliere, ma solo conseguenze da accettare.

charlie-hunnam-son-of-anarchy-panel-at-comic-con-01

Per quanto riguarda Gemma e il suo rapporto con Tara, si prevedono scintille, perché Gemma farà in modo di avvicinarsi di più a Jax, approfittando del fatto che Tara è in prigione, più lontana del solito. La stessa Tara se la passerà male, perché dovrà imparare a sopravvivere nell’ambiente della prigione, rimboccarsi le maniche e darsi da fare. Ogni stagione che passa, Tara assomiglia un po’ di più a Gemma, ma come afferma la stessa Siff:

È vero che a volte Tara sembra sempre più vicina a Gemma nei modi di fare, ma perché quei metodi funzionano. Comunque la differenza principale è che hanno obiettivi diversi; Tara ha dei figli piccoli e in situazioni del genere avere dei rimpianti è la norma.

Parliamo di Juice, i membri del club non sono a conoscenza di quello che ha fatto, lui ha sempre avuto un buon rapporto con Jax ma è la figura di Clay quella con cui era più legato, forse perché era come un padre per lui. Per cui Juice sarà un po’ in difficoltà ad essere fedele al nuovo Presidente, dato che ha bisogno di qualcuno che lo guidi, perché, come dice lo stesso, Theo Rossi: “c’è chi nasce per essere leader e chi nasce per essere soldato. Juice è indubbiamente un soldato”.

Viene affrontato anche il tema dell’astio tra Jax e Clay e su come vivano quest’odio gli altri membri del club e se lo stesso può sopravvivere a questa lotta interna. Secondo Boone il suo personaggio, Bobby, sa tutto e pensa che sia lui l’unica vera luce in fondo al tunnel. Dice che non può dire cosa farà Bobby, ma conosciamo tutti quanto ami il club e ciò quello che rappresenta per lui, per cui è facile che sarà pronto a tutto per non perdere quella che considera la sua famiglia. Kim aggiunge che in questo momento nel club c’è il caos e spiega che Tig tornerà ad essere un personaggio affidabile e fedele a Jax ora che è lui il Presidente, ma ci saranno segreti tra loro che potrebbero portarli nuovamente allo scontro.

Ora c’è Chibs al fianco di Jax come Vice Presidente e lo stesso Flanagan ammette: “Chibs ha avuto sempre piena fiducia in Jax, cercherà di aiutarlo come ha sempre fatto”. Nessuna anticipazione su quello che succederà ad Otto e neanche nessuna anticipazione sul personaggio di Unser.

C’è stato anche un momento di ricordo per Opie, da sempre uno dei personaggi più amati. Lo stesso Hunnam racconta che è stato un momento molto forte girare quelle scene e che è stato doloroso lasciare andare il personaggio di Opie, ma era necessario per lo sviluppo della stagione. Racconta ancora Hunnam che lo stesso Ryan Hurst ha avuto difficoltà a dire addio al suo personaggio tanto che per aiutarsi ha composto un bel saggio chiamato “The Last Rites of Opie Winston”.

Per finire, dalle sole tre domande del pubblico, sappiamo che potrebbero esserci dei calci nel sedere, ma non è detto che sia Tara a darli a Gemma, che non ci saranno donne motocicliste e che Charlie Hunnam si identifica in Jax perché entrambi sono sull’orlo di una crisi esistenziale.

Si chiude l’ora di panel con il teaser trailer che trovate in coda all’articolo.

E anche per quest’anno è tutto, appuntamento con Sons of Anarchy, a settembre, su FX.

Fonte: hitfix.com

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su