Eventi

Comic-Con 2014: The Blacklist

Abbiamo ancora qualche panel del Comic-Con da raccontarvi, è la volta di The Blacklist per la NBC.


Presenti in sala, solo l’attore James Spader con i produttori Jon Bokenkamp e John Eisendrath; in compenso la sala era affollatissima di pubblico ed addetti ai lavori, che hanno anche omaggiato l’attore come vedete nella prima foto. Andiamo a scoprire insieme cosa hanno rivelato sulla stagione in arrivo dal 22 settembre. Ovviamente occhio agli spoiler!

comiconhattheblacklist– Se siete tra quelli che vogliono sapere la natura del legame tra Red e Liz, potete aspettare ancora un po’ per avere risposte. Bokenkamp ha detto chiaramente che la domanda è una delle parti più importanti su cui verte lo show, continueranno ad esserci domande e a cercare risposte, ma non sperate di scoprire la verità tanto presto. La domanda da porsi in questa nuova stagione è come sarà la loro dinamica dopo quello che è successo nel finale.

– Spader ha affermato che del personaggio di Reddington ne sa giusto quanto basta per interpretarlo sullo schermo. Lui e gli sceneggiatori ne hanno parlato a lungo, sia del passato che durante questa prima stagione, ma c’è un limite di informazioni anche per l’attore, per cui anche Spader non è in grado di dare risposte a tante domande.

– La stagione due si apre e si amplia dopo l’esplosivo finale di stagione. Ci sono tante domande ma più si fanno domande e meno risposte si hanno. Spader anticipa che qualche indizio di frattura è già emerso nel finale della stagione uno, soprattutto sul passato di Red.
– Una grossa parte della stagione in arrivo, pare, sarà su Red che raddoppierà i suoi sforzi per mettere se stesso in condizione di smettere di vivere nell’ombra.

– Eisendrath ha sottolineato che Red non è uno psicopatico. “Ha un gran cuore ed è entusiasta della vita. Ci sono aspetti di Red che potrebbero essere in ognuno di noi.

comiccontheblacklist2– Spader aggiunge che i casi di puntata sono puro intrattenimento mentre l’aspetto seriale è davvero un acchiappa ascolti. Spader afferma che viaggia molto ed ovunque ha trovato persone interessate a sapere della mitologia e della trama centrale.

– Bokenkamp dice anche che il personaggio Berlin, interpretato da Peter Stormare, sarà centrale nella storia che racconteranno nella seconda stagione. Sarà importante anche come Lizzie reagirà alla perdita di Tom. Gli autori non hanno voluto svelare se Tom sia effettivamente morto o sia sopravvissuto.

– Annunciate due guest star: Mary Louise Parker sarà Naomi, un personaggio ricorrente, legato a doppio filo a Reddington. Altra apparizione guest, il ritorno certo di Alan Alda nel ruolo di Alan Fitch.

Ed è notizia di pochi giorni fa l’arrivo nel cast regular di Mozhan Marnò nei panni di Tamar Katzman, un agente del Mossad e una spia molto intuitiva, che darà del filo da torcere a Red. Altra new entry nella premiere Krysten Ritter, nei panni di una problematica analista.

E voi siete ansiosi per il ritorno o avete mollato la serie? Fatecelo sapere con un commento, la sottoscritta pensa di recuperarla nelle ferie.

Fonte: collider.com

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su