Fox

Gli Aperitivi: Lucifer

Ebbene sì, il pilot è in giro già da qualche mese e finalmente c’è un team pronto per il debutto a gennaio. Avete la coscienza pulita? Per Fox è in arrivo Lucifer!

LA TRAMA

luciferdanceLucifer Morningstar (Tom Ellis) dirige con successo un nightclub esclusivo, il Lux.  Ma lui non è una persona qualsiasi, bensì il padrone degli Inferi, che ha abbandonato per noia arrivando a Los Angeles e mettendo radici. Affascinante, carismatico, amato dalle donne, Lucifer sta vivendo un momento d’oro, ma a guastare la festa arrivano nell’ordine: un omicidio di una giovane starlette davanti al suo locale, l’indagine condotta dalla bella Chloe Dancer  (Lauren German) che sospetta proprio di lui e per finire arriva l’angelo Amenadiel (DB Woodside), mandato da Dio per riportare Lucifer a casa, dove si è scatenato… l’Inferno!

La serie è ispirata all’omonimo protagonista del fumetto, creato da Neil Gaiman, Sam Kieth e Mike Carey per Vertigo.

LA PRIMA IMPRESSIONE

Almeno il pilot è stato estremamente piacevole e divertente, la puntata è finita in un baleno e c’è senz’altro la voglia di vedere il seguito. I protagonisti principali sembrano ben calati nella parte anche se sembrano un po’ stereotipati, la trama scorre veloce e non ci sono tempi morti. Il resto del cast non ha molto spazio in questa prima puntata, ma immagino che ci sarà tempo per vederli in azione.

IL TASTO DOLENTE

La cosa che salta subito all’occhio è la scarsissima presenza della trama conosciuta dei fumetti e mi vedo già schiere di fan inferociti per come è stato rappresentato il protagonista. C’è da dire che la presentazione fatta al Comic-Con (che trovate qui) ha voluto sottolineare che la serie è più ispirata al personaggio del fumetto che al fumetto stesso. Almeno per quello che sembra emergere dal pilot, la serie ha un tono più scanzonato e rilassato, il fumetto invece è noto per la cupezza e la profondità di trama e protagonisti. Insomma, gli amanti della saga non saranno sicuramente felici di questa produzione, ma questo non vuol dire che sarà un insuccesso.

IL VERDETTO

Per me è promossa, forse perché non sento la necessità di una trasposizione fedele del fumetto, specialmente su una rete broadcast con tutte le limitazioni che ben conosciamo. La produzione sembra concentrarsi di più sull’aspetto umano del protagonista, sulla sua ironia e sulle relazioni personali; ciò non esclude che non ci possa essere spazio per sviluppi di altro genere. Il canale non sta passando un buon momento, a parte il fenomeno Empire, ma con questa serie sembra voler strizzare l’occhio a persone che non vogliono una trama complessa con personaggi cupi e problematici, ma al contrario sembra voler puntare a un pubblico giovane che vuole passare un’ora spensierata e non disdegna il procedurale con un po’ di trama orizzontale. Come sempre ne sapremo di più tra qualche settimana.

IL TRAILER

La serie debutterà ufficialmente su Fox il 26 gennaio 2016 ma visto che è arrivato un regalo, in home trovate già i sub!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su