ABC

Gli Aperitivi: The River

Stanno arrivando piano piano tutte le serie mid-season che mancavano all’appello. Oggi vi parlo in anteprima di The River, in arrivo dal 07 febbraio sulla ABC.

LA TRAMA: Emmeth Cole (Bruce Greenwood) è un esperto ricercatore, conosciuto in tutto il mondo per i suoi documentari. Un giorno durante una sua spedizione in Amazzonia sparisce senza lasciare traccia. Le ricerche vanno avanti senza sosta per sei mesi, ma sono ad un punto morto. La moglie Tess (Leslie Hope) è convinta che l’uomo sia ancora la da qualche parte perchè si è attivato il segnale d’emergenza che aveva a bordo e convince il figlio Lincoln (Joe Anderson), seppure riluttante, a riprendere le ricerche. Della squadra fanno parte il finanziatore Clark (Paul Blackthorne) ex produttore dei documentari di Cole, il Capitano Kurt Brynildson (Thomas Kretschman) della sicurezza privata, Emilio (Daniel Zacapa) il meccanico di bordo e la figlia Jahel (Paulina Gaitan), AJ Poulain (Shaun Parkes) il cameramen. Dopo un primo buco nell’acqua si unisce al gruppo anche Lena (Eloise Munford) la figlia di Russ, il fedele cameramen sparito con Cole. Grazie alle sue indicazioni il gruppo riesce a trovare la Magus, l’imbarcazione  usata da Cole, così decide di esplorarla. Una volta a bordo il gruppo scoprirà che le apparenze ingannano e questo non sarà che l’inizio.

LA PRIMA IMPRESSIONE: Nonostante sia in genere fortemente avversa al genere horror, devo dire che questa anteprima di cui vi ho volutamente tenuto nascoste delle cose per non rovinarvi la visione, mi ha colpito positivamente, la storia scorre veloce, senza punti morti, con un crescente senso di ansia, nonostante tutto con una buona presentazione dei personaggi, dei loro problemi accennati, in una parola è intrigante al punto giusto per farti voler proseguire nella visione senza annoiarti o spaventarti troppo.

IL QUESITO: La trama parte da subito bella spedita, sicuramente in questa breve prima stagione di soli 8 episodi, non ci sarà il pericolo di tempi morti o puntate assolutamente inutili per la trama perchè totalmente orizzontale. Il che può essere un bene o un male a seconda di chi guarda la puntata, visto che sento spesso lamentarsi di troppe puntate filler o troppa trama verticale, in questo caso saranno soddisfatti. Certo il soggetto è innovativo, quanto meno per la riproposizione in una serie tv, tutto sta a vedere come la prenderà il pubblico.

IL VERDETTO: Ideatori del soggetto sono Oren Peli e Michael R. Perry,  le due menti dietro ai film campioni di incassi della saga  Paranormal Activity e la sceneggiatura è di Michael Green (Heroes, Everwood e Smallville tra gli altri). Il successo o il flop clamoroso sono dietro l’angolo proprio per l’ambientazione particolare e il soggetto è un po’ più originale del solito, quasi quasi sono convinta che potrebbe davvero fare la differenza.

e per finire non può mancare un promo

La serie debutta con una premiere di due ore dal 07 febbraio 2012 sulla ABC.

 

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su