CW

Gli Aperitivi: Walker

Eccoci con un nuovo aperitivo su una serie molto attesa visto il nome che porta: si tratta di Walker, rivisitazione della nota “Walker, Texas Ranger”, andata in onda negli USA su CBS dal 1993 al 2001. Vediamo insieme cos’è venuto fuori!

TRAMA E INFORMAZIONI

Al posto del leggendario Chuck Norris, nei panni del nuovo ranger Cordell Walker troviamo Jared Padalecki (Supernatural, Gilmore Girls), rimasto vedovo e con due figli adolescenti, August (Kale Culley, Me, Myself and I) e Stella (Violet Brinson, Sharp Objects). La sua ultima missione sotto copertura l’ha tenuto lontano dalla famiglia per quasi un anno e il suo ritorno a casa porta alla luce la distanza che si è creata con i suoi figli nel frattempo accuditi dai nonni Bonham (Mitch Pileggi, X-Files) e Abeline (Molly Hagan, Herman’s Head) e soprattutto dallo zio Liam (Keegan Allen, Pretty Little Liars), a cui i due ragazzi sono molto legati.

Anche il ritorno al lavoro di routine presenta delle sorprese: il suo amico Larry (Coby Bell, Third Watch, Burn Notice) è il nuovo Capitano mentre la giovane e determinata Micki (Lindsey Morgan, The 100) è la recluta che gli viene assegnata come partner.

Mentre Walker cerca di ristabilire un contatto con i due figli e si adatta a risolvere casi piuttosto semplici, piccoli dettaglio rendono sempre più fitto il mistero sulla morte della amatissima moglie Emily (interpretata dalla vera moglie di Padalecki, Genevieve Cortese, già vsta in WildfireFlash Forward): forse non tutto è come sembra.

Walker è ideata da Anna Fricke (Being Human, Valor) che fa anche da produttore esecutivo insieme allo stesso Jared Padalecki oltre a Dan Lin e Lindsay Liberatore. Produce CBS Television Studios in collaborazione con Rideback.

IMPRESSIONI SULLA PREMIERE

Dopo aver saltato la parte autunnale della stagione a causa della pandemia, anche CW ha finalmente ripreso da questo mese la trasmissione delle sue serie TV e facendo esordire quella che insieme a Superman & Lois, che invece partirà il 23 febbraio, è stata ordinata direttamente a serie senza il solito processo di produzione e valutazione di una puntata pilota.

Premesso che anni fa ho visto qualche episodio della serie originale ma sicuramente senza seguire tutte le stagioni trasmesse, trovo che questa nuova edizione sia stata tutto sommato discreta. Come sempre bisogna pensare su qualche canale viene trasmesso e anche il target di riferimento: per quanto CW cerchi di ampliare i suoi confini, rimarrà sempre il canale con il target più giovane.

Apprezzabile il tentativo dell’attore principale di entrare nella parte di un padre vedovo che ha lasciato i figli per un anno alle cure dei suoi genitori e del fratello subito dopo la morte dell’amata moglie; per quanto abbia trovato assurdo che un uomo disperato si lanci in un’operazione sotto copertura che lo terrà lontano dagli affetti per molti mesi, il buon Jared ha reso piuttosto bene il distacco emotivo che trova al suo ritorno.

La trama non è niente di impegnativo: non mancano genitori tuttofare, zii che fanno da padre, e ovviamente adolescenti in crisi. Abbiamo anche l’amico che ha fatto carriera e ora è il capo, c’è anche la bella e spigliata recluta (felicemente fidanzata, almeno per ora) che diventa la nuova collega del protagonista, per non parlare di Geraldine, l’amica barista interpretata dalla sempre piacevole Odette Annable (House, Tell me a Story), visibilmente provata dalla mancanza del nostro eroe. I cliché vari si sprecano ma, almeno per ora, chi è alla ricerca di un po’ di intrigo può cercare di risolvere il caso della moglie uccisa in circostanze poco chiare. Si intravede già una trama orizzontale che potrebbe estendersi per un numero discreto di puntate, forse l’inera stagione se non oltre, quanto basta per mantenere l’attenzione dello spettatore che con i soli drammi adolescenziali ed eventualmente amorosi, oltre ai singoli casi della settimana, potrebbe essere tentato di cambiare canale.

Non ho trovato recitazioni memorabili ma vorrei sottolineare la chimica tra Walker e Geraldine oltre alla complicità evidente nelle scene tra marito e moglie nei flashback, si può affermare che avere la propria moglie sul set aiuti parecchio.

IL TRAILER

E voi cosa ne pensate di questo ennesimo remake di una serie cult? Venite a commentare con noi sul forum nel topic dedicato!

The following two tabs change content below.

Manuela Raimo

Frequentatrice di ItaSA dal 2007, moderatrice dal 2008 e blogger ostinata dal 2010, la mia politica è concedere almeno un pilot a quasi tutto quello che passa sullo schermo o quasi. Nutro poco amore per le comedy. Datemi una coppia e sarà la mia gioia o naufragherò con loro. La mia serie preferita? Facciamo tre: Battlestar Galactica, Sons of Anarchy e Veronica Mars.

Ultimi post di Manuela Raimo (vedi tutti)

Torna su