ABC

Joss Whedon, da Buffy a S.H.I.E.L.D.

Nell’ultimo anno è stato sicuramente uno dei registi e artisti più chiacchierati di Hollywood. Dopo il successo mondiale con The Avengers, Joss Whedon si prepara ai prossimi progetti.

Ricevuta la consacrazione (ne aveva bisogno?) a livello globale come regista e autore di talento, Joss Whedon si prepara ai prossimi progetti che ha in cantiere: The Avengers 2 al cinema e S.H.I.E.L.D. in televisione. In un’intervista recente il papà di Firefly, dando qualche notizia sul prossimo lavoro per ABC, non ha mancato di ricordare la serie che lo ha fatto crescere nel mondo mediatico, Buffy the Vampire Slayer. Uno dei rimpianti più grandi, nella carriera di Whedon, è legato proprio al mondo della Cacciatrice: se la serie ha avuto una vita lunga sette stagioni con un’ottava in formato cartaceo, una delusione del regista è stata quella di non poter mandare in onda la serie animata nel 2001/2002, Buffy the Animated Series. Il problema è stato quello di non aver trovato in nessun modo qualcuno che volesse mandare in onda questa serie che sarebbe stata collocata, come cronologia narrativa, in mezzo alla prima stagione, per seguire le avventure dei protagonisti ancora intenti a frequentare il liceo.

Abbiamo potuto fare quasi tutto quello che volevamo. L’unica cosa che non siamo riusciti a fare è stata la serie animata che per noi era un piacere, visto che anche gli autori stessi (della serie Buffy, ndt) ci stavano lavorando. Avevamo scritto sette script… era tutto quello che la serie normale non poteva essere. E’ stato molto divertente da scrivere. Non abbiamo avuto modo di vendere lo show. Non abbiamo potuto vendere una Buffy animata, cosa che trovo ancora incomprensibile.

A conferma del lavoro fatto dal “Team Whedon” potete vedere un piccolo spezzone. Vi sarebbe piaciuto uno spin-off di questo tipo per Buffy?

Chloe BennetVenendo a tempi più recenti, dopo aver sbancato i botteghini di tutto il mondo con gli Earth’s Mightiest Heroes, il buon Joss si appresta a tornare a casa, la televisione, sempre con un progetto del mondo Marvel strettamente legato a The Avengers e al suo prossimo sequel. Abbiamo già parlato di S.H.I.E.L.D. e dei protagonisti che ne faranno parte, ed eravamo rimasti ancora con uno spazio da riempire; adesso il cerchio è completo.

E’ stata infatti trovata l’ultima attrice mancante per il cast regolare del pilot: Chloe Bennet interpreterà la geek Skye, descritta come una donna sicura di sé e ossessionata dalla cultura dei supereroi. Trovato il tassello mancante adesso non resta che iniziare la vera e propria produzione, sperando di avere presto nuove notizie dall’interno. Lo stesso Whedon non si lascia sfuggire niente a riguardo quello che sarà S.H.I.E.L.D.:

Ci sono stati dei progressi enormi. Non posso dire molto, e con ‘non dire molto’ intendo che non posso dire niente. Quello che posso dire è che S.H.I.E.L.D. si sta formando in maniera molto organica. Nell’accettare di prendere parte a The Avengers 2 mi è stata data la possibilità di lavorare nell’universo Marvel. Non sapevo che cinque minuti dopo mi sarei ritrovato a dirigere una serie TV.

Se il sequel degli Avengers, previsto per il 2015, è in cima alla lista delle cose nuove ed eccitanti di Whedon, la serie ABC è sicuramente al secondo posto, stando alle sue parole. Da un’intervista a MTV si fa sentire anche Samuel L. Jackson, Nick Fury nei film Marvel, e riguardo ad un suo possibile coinvolgimento nella serie dice:

Non saprei, continuo a sentire delle voci a riguardo ma non ne ho ancora parlato con Joss. Nella mia mente mi piace pensare, se non altro, che possa essere presente almeno come una voce, come Charlie di Charlie’s Angels.

Riuscirà la produzione ad accaparrarsi almeno la voce del grande attore? Staremo a vedere.

Tom Lenk e Nathan Fillion - Much-Ado-About-NothingRicordo inoltre a tutti i fan di Joss Whedon che a giugno 2013, per quanto riguarda il mercato americano (chissà se e quando per quello italiano), uscirà nelle sale Much Ado About Nothing (Molto rumore per nulla), film tratto dalla commedia omonima di William Shakespeare, presentato al Toronto International Film Festival 2012. Il film è un prodotto indipendente e primo film della Bellwether Pictures, piccola casa di produzione creata da Whedon e dalla moglie Kai Cole, volta alla creazione di film indipendenti.

Oltre a tenere sott’occhio questo film per chi l’ha scritto, prodotto, diretto e scritto la musica, interesserà parecchio soprattutto per i suoi interpreti, quasi tutti volti noti del Whedonverse: da Amy Acker a Nathan Fillion, passando per Alexis Denisof e Sean Maher; insieme a loro anche alcuni protagonisti di Dollhouse come Reed Diamond e Fran Kranz, mentre da Buffy e Angel, Tom Lenk; nel cast anche un ultimo membro dell’universo di Joss, Clark Gregg da The Avengers.

Sempre per i fan affiatati, Whedon ha detto quanto segue riguardo ai vari “fan base” che ci sono in giro e ai suoi in particolare:

Yeah. Mine are the best. Other fans can suck it.

Grazie, Joss.

 

Fonte:

The Hollywood Reporter

MTV

IndieWire

The following two tabs change content below.

bisky_89

Filmmaker wannabe per professione e Nerd per passione. Cinema e serie TV sono il mio mondo. Serie e pilot visti hanno raggiunto numeri imbarazzanti. Aggiungete alla lista: basket, videogiochi, informatica e altro ancora. Presente su ItaSa dal lontano 2007 e si dice sia uno dei Blogger originali. Se pronunciate tre volte Back To The Future/Ritorno al Futuro, appaio io. Come Beetlejuice.
6 Commenti
Torna su