Interviste

Mary Oyaya: il volto di Luminara Unduli

Ho incontrato Mary allo Star Wars Fest a inizio aprile, ma ci siamo tenuti in contatto, ecco a voi un’intervista in esclusiva per ItaSA!

zefram cochrane: Ciao, Mary, grazie per essere qui con noi. Iniziamo con una domanda facile: chi è Mary Oyaya?
Sei famosa per il tuo ruolo nei panni di Luminara Unduli in Star Wars, ma dietro a ogni personaggio c’è un’attrice e una donna…
Mary Oyaya: Sono nata a Mombasa, Kenya e sono la maggiore di 4 figli. I miei genitori lavoravano come diplomatici, quindi giravano per il mondo e ho potuto frequentare molte scuole internazionali e ho imparato anche a viaggiare da sola fin da piccola.
Ho una vita molto attiva, mi piacciono gli sport, mi piace viaggiare, e anche io ho una mia famiglia.

z.c.: E non hai mai smesso di viaggiare. Ora vivi in Australia, ma di tanto in tanto torni in Africa…
M.O.: Sì, mi dà l’opportunità di ritrovare gli amici, la famiglia ed è una scusa per continuare a viaggiare.

z.c.: Hai mai pensato di seguire le orme dei tuoi genitori e intraprendere la carriera diplomatica?
M.O.: Ho un master in Relazioni Internazionali e uno in Sviluppo Sociale Internazionale (facevo la modella e l’attrice mentre studiavo) quindi insomma, dovrei essere un diplomatico o dovrei lavorare per organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, ma il mio lavoro di modella mi ha lanciata nel mondo delle luci e delle telecamere più in fretta di quanto abbiano potuto fare i miei diplomi. [ride]
Tuttavia spero di conseguire il mio PhD in un futuro prossimo.
La mia carriera pubblica è iniziata con il lavoro da modella e gli spot televisivi. Ho iniziato come modella in Kenya con molto successo, ho camminato su un sacco di passerelle.
Per quanto riguarda gli studi invece mi sono laureata in Relazioni Internazionali all’USIU-SanDiego (oggi Alliant University) e poi ho conseguito gli altri due master  (International Relations e International Social Development) all’University of New South Wales (UNSW) a Sydney, Australia.

z.c.: Oltre alle pubblicità hai avuto anche una piccola parte in Farscape…
M.O.: A dire il vero ero un’ospite a un matrimonio in uno degli episodi, è stato divertente.

z.c.: E come sei diventata Luminara Unduli?
M.O.: Beh, sono andata al casting con altre ragazze, e c’erano una montagna di composit nell’ufficio, tutte persone che volevano la parte.
Poi hanno mandato le foto a Lucasfilm, penso che la decisione l’abbiano presa loro. Dovevi rientrare nel modello che avevano per il personaggio.

z.c.: Eri conscia del tuo ruolo? Insomma, Star Wars è una saga importante, con moltissimi fan… penso possa spaventare chiunque, a te è successo? E quanto conoscevi Star Wars prima?
M.O.: A dire il vero il mio personaggio inizialmente avrebbe dovuto essere un senatore, solo in un secondo momento è diventato un Maestro Jedi, che è stata una cosa fantastica!
Mi sono appassionata a Star Wars dopo aver visto l’episodio I, sapevo che era [una saga] famosa, ma non sapevo quanto lo fosse finché non è uscito l’Attacco dei cloni.

2mm7cle.jpg

z.c.: È stato difficile? Quanto ci voleva per il trucco? E per le riprese?
M.O.: Mi sono divertita un sacco! Per il trucco ci volevano dalle due alle due ore e mezza, poi si passava al costume, e ci voleva un’altra ora. Bisognava essere sul set alle 5.30 del mattino e si andava avanti fino alle 9 di sera.
Si girava d’inverno, ho capito quanto ci voleva solo quando sono tornata a casa. Sono riuscita a vedere di nuovo la luce del sole solo a riprese finite.

z.c.: Non hanno usato la tua voce per The Clone Wars, la serie animata, come mai?
M.O.: Questo, temo, sia un problema di Lucasfilm, ma a me sta bene, sono molto contenta che in The Clone Wars ci sia Luminara Unduli, ne sono molto orgogliosa.

z.c.: Sembri legata alla fantascienza: Star Wars, Farscape, The Matrix. Ti piace come genere o è stato solo un caso che avessi questi ruoli?
M.O.: Questi erano i film che giravano a Sydney all’epoca, quindi è un caso. Posto giusto al momento giusto.

z.c.: C’è una saga in cui ti piacerebbe avere un ruolo, o un personaggio che vorresti interpretare?
M.O.: Mi piace partecipare a film d’azione, perché ho uno stile di vita molto attivo (100 metri, un po’ di atletica leggera, bici, sollevamento pesi e cammino molto). Mi sento a mio agio con i film d’azione, guardate la mia postura quando maneggio la spada laser!
Però mi piacerebbe anche provare altri tipi di film per espandere il mio orizzonte e mettermi alla prova.

z.c.: Su italiansubs.net facciamo sottotitoli perché pensiamo che un sottotitolo possa farti provare la stessa cosa che l’autore aveva in mente. Cosa pensi di sottotitoli Vs doppiaggio?
M.O.: I sottotitoli ti permettono di ascoltare la voce dell’attore, cosa che ritengo molto importante, coi sottotitoli si impara anche la lingua ascoltando come è la vera pronuncia.
Tuttavia con il doppiaggio è più semplice seguire la storia e non perdersi nulla, visto che non si è impegnati a leggere i sottotitoli.

z.c.: Uno Jedi deve aiutare coloro che ne hanno bisogno, qui la fantasia incontra la realtà, visto che collabori con un’organizzazione benefica in Africa e aiuti i rifugiati in Australia. Parlaci di queste due cose.
M.O.: Lavoro nell’accoglienza ai rifugiati in  Australia, assisto i nuovi arrivati e li aiuto ad adattarsi alla vita di Sydney, li aiuto con la lingua, il trasporto pubblico, il sistema scolastico e i servizi sociali a cui possono accedere.
A volte aiuto una famiglia ogni mattina e poi vado ad aiutare altri con servizi di traduzione telefonica (circa 2-3 volte la settimana) o ho incontri con consulenti, però mi piace.
Quando sono in Africa lavoro con ITW (Imaging The World), un’organizzazione che istruisce personale non medico in villaggi sperduti in giro per il mondo a eseguire scansioni di base agli ultrasuoni e a trasmettere le immagini via Internat tramite cellulari o reti wireless locali.
Le immagini vengono analizzate da radiologi professionisti volontari, quindi viene automaticamente mandata un’email o un riassunto testuale (SMS) alla comunità rurale. I protocolli di scansione che utilizzano questa tecnologia sono stati ideati alla University of Vermont e possono essere usati da membri di comunità con un livello di istruzione basso o nullo, in questo modo si aumentano le analisi dei pazienti e le vite che vengono salvate.

z.c.: Hai anche la passione per i gioielli…
M.O.: Sì, sono una gioielliera professionista e ho la mia linea di gioielli (Style Jewelry & Accessories by Mary Oyaya) che disegno io stessa, il ricavato va in beneficienza. Disegno e realizzo gioielli per uomini, donne, bambini e presto anche per animali di compagnia.

z.c.: Tu sei una donna africana, che cosa pensi della coppa del mondo di calcio? Ha aiutato il Sud Africa o solo pochi imprenditori?
M.O.: Penso che la coppa del mondo in un paese africano sia una cosa notevole. Ha aiutato il Sud Africa nella misura in cui ha mostrato al mondo che questo paese ha gli stessi standard del resto del mondo sviluppato. Ha creato molti posti di lavoro per i sudafricani e, ovviamente, gli imprenditori ne hanno beneficiato.

z.c.: Una cosa che mi ha sorpreso è che l’inno della coppa del mondo venga cantato da una cantante che non è africana, non è un po’ strano?
M.O.: Ci pensi? Anche questa è un’area di cui hanno tratto beneficio gli imprenditori!

z.c.: Sarai a Roma il prossimo ottobre, che cosa farai in Italia?
M.O.: Sarò a roma per una convention e raccoglierò fondi per l’UNICEF. Non vedo l’ora di incontrare fan di Star Wars a Roma, di raccogliere fondi e… di trovarmi in una delle città storiche più importanti del mondo. Sono sicura che mi divertirò un sacco.

z.c.: Non si trova da nessuna parte la tua data di nascita, quale è?
M.O.: Il 18 luglio di tutti gli anni, LOL.

z.c.: Ultima domanda: il 5 luglio 2010 è stato il giorno che Doc imposta sulla DeLorean: 25 anni nel futuro, in Ritorno al futuro II. Nel film vediamo:
gigantesche tv con schermi divisi per vedere più canali: celo.
Hoverboard (lo skateboard volante): manca
Abiti che si asciugano da soli e si adattano alla tua taglia: manca
Auto con motore a rifiuti: manca
Finora abbiamo realizzato solo il più inutile, se potessi avere un oggetto-che-viene-dal-futuro cosa sceglieresti?
M.O.: L’hoverboard sarebbe fantastico.

Ecco un riassunto di cosa ha fatto Mary in questi anni.
2010: ITW (Imaging the World) Documentary – Voce narrante
2005: Star Wars Episode III – Maestro Jedi Luminara Unduli
2002: The Matrix Reloaded/Revolutions – Soldato di Zion
2002: Star Wars Episode II – Maestro Jedi Luminara Unduli
2001: Farscape – Comparsa
2001: Kangaroo Jack – Comparsa
1999: Lost Souls – Comparsa

Se qualcuno avrà occasione di essere al ROMICS dal 30 settembre al 4 ottobre 2010 potrà incontrare Mary, se vi capita… salutatemela.

The following two tabs change content below.
Geek dal 1983, ha collaborato con Italiansubs dal 2007 al 2015. Ama fantascienza, fantasy e pirati. Fa sub senza sapere nuotare.

Ultimi post di zefram cochrane (vedi tutti)

Clicca per lasciare un commento
Torna su