BBC

Nuove serie in partenza a gennaio 2020 (prima parte)

Buon anno nuovo, gente! Pronti per le nuove serie del mese? Iniziamo!

Messiah – 1 gennaio

È un thriller di 10 episodi, disponibile su Netflix e creato da Michael Petroni, sceneggiatore e regista australiano, showrunner della serie del 2003 Miracles, che dalla trama ricorda un po’ Evil, e che in Italia abbiamo visto (o forse no, visto che qui è stato un flop) in seconda serata su Rai 2.

Con Messiah, Petroni resta nell’ambito della religione, dei miracoli e dell’impatto che questi hanno sul mondo contemporaneo: uno dei temi della serie è infatti l’uso dei social media per esercitare il potere e influenzare le persone.

In Medio Oriente, un uomo misterioso (Mehdi Dehbi, Abdul in Tyrant) desta l’attenzione delle masse dopo aver compiuto alcuni miracoli e la sua influenza è tale da generare un movimento spirituale. Si tratta della seconda venuta di Cristo, dell’apparizione del Mahdi, o dell’opera di un abile truffatore? L’agente della CIA Eva Geller (Michelle Monaghan, Sarah Lane in The Path) indaga su di lui.

Fonte: TVLine

 

Dracula – 1 gennaio

In onda su BBC One dal 1 gennaio e in streaming su Netflix dal 4 gennaio, Dracula è una miniserie in 3 puntate da 90 minuti, basata sul romanzo di Bram Stoker e creata dagli showrunner di Sherlock: Mark Gatiss e Steven Moffat.

I due, in un’intervista rilasciata a Radio Times, hanno dichiarato di aver voluto mettere al centro del racconto proprio il vampiro, che nel romanzo e in altri adattamenti è invece visto solo attraverso gli occhi delle persone con cui viene a contatto e come minaccia che incombe sull’umanità.

Il conte Dracula ha il volto dell’attore danese Claes Bang (Sasha in The Affair), John Heffernan (Sam Spence in Collateral) è Jonathan Harker, Morfydd Clark (Sister Clara in His Dark Materials) è Mina.

Fonte: Radio Times

 

Party of Five – 9 gennaio

È il reboot della serie omonima trasmessa negli Stati Uniti dal 1994 al 2000. Se il titolo non vi dice niente, è perché in Italia l’abbiamo conosciuta come Cinque in famiglia e aveva per protagonisti Matthew Fox, Neve Campbell e Jennifer Love Hewitt.

Questo Party of Five è un teen/family drama, in onda su Freeform e creato dagli stessi autori della serie madre, Amy Lippman e Christopher Keyser. Essendo un reboot, ha anche lo stesso “incidente scatenante” (cinque fratelli restano improvvisamente senza genitori), ma la vicenda si intreccia con l’attualità: i coniugi Acosta, infatti, vengono deportati in Messico e i ragazzi devono trovare il modo di far tornare i genitori negli Stati Uniti e, nel frattempo, farcela da soli.

Il cast è composto da: Brandon Larracuente (Ben Rayburn in Bloodline), Emily Tosta (Leticia Cruz in Mayans M.C.), Niko Guardado (Rubén Amaro Jr. in The Goldbergs) e Sol Rodriguez (Daniela Mercado in Devious Maid).

Fonte: Deadline

 

AJ and the Queen – 10 gennaio

È una serie comedy di 10 episodi creata per Netflix da RuPaul (RuPaul’s Drag Race) e Michael Patrick King (Sex and the City e 2 Broke Girls).

RuPaul è Ruby Red, una drag queen che si ritrova all’improvviso senza fidanzato e senza risparmi. Sfumato il sogno di aprire un suo locale, inizia a viaggiare per gli Stati Uniti, di club in club, in un vecchio camper malandato e con un passeggero inaspettato: AJ, una tenace ragazzina di 11 anni, che vuole arrivare in Texas.

Nel cast ci sono: Tia Carrere (Sydney Fox in Relic Hunter), Josh Segarra (il secondino Stefanovic in Orange is the New Black) e la piccola Izzy G. nel ruolo di AJ. Tra le guest star figurano anche 22 concorrenti delle scorse edizioni di Drag Race, tra cui: Chad Michaels, Mariah Balenciaga, Kennedy Davenport, Jade Jolie e Monique Heart.

Come dice il trailer, preparatevi a ridere, piangere e urlare!

Fonte: Hollywood Reporter

 

Medical Police – 10 gennaio

È una comedy di 10 episodi da 30 minuti, disponibile su Netflix e creata da Rob Corddry, Jonathan Stern e David Wain, gli showrunner di Childrens Hospital, una sit-com dei primi anni ’10 che parodiava le serie medical come Dr. House, Grey’s Anatomy e ER.

In Medical Police, i protagonisti di Childrens Hospital, la dottoressa Lola Spratt (Erinn Hayes, Donna Gable in Kevin Can Wait) e il dottor Owen Maestro (Rob Huebel, Len Novak in Transparent), sono in servizio presso un ospedale pediatrico a San Paolo, in Brasile, dove per caso scoprono un virus letale. Vengono quindi reclutati come agenti governativi («We are the police AND we’re doctors!») con l’obiettivo di trovare una cura e smascherare il complotto dietro la diffusione del virus.

Fonte: Deadline

 

The New Pope – 10 gennaio

Inizialmente annunciata come la seconda stagione di The Young Pope e pur essendo ambientata nello stesso contesto narrativoin realtà possiamo considerare questa co-produzione SKY – HBO – CANAL+ la storia di un nuovo Papa.

Paolo Sorrentino torna, dunque, con una nuova serie su Sky Atlantic dal 10 gennaio, affiancato nella sceneggiatura da Umberto Contarello (La Grande Bellezza) e da Stefano Bises (Il Miracolo).

Pio XIII (Jude Law, Dr. John Watson in Sherlock Holmes) è in coma e il Segretario di Stato Voiello (Silvio Orlando, Bruno Bonomo in Il Caimano) è riuscito a far salire al soglio pontificio Sir John Brannox (John Malkovich, Grigor Andolov in Billions), un sofisticato aristocratico inglese che prende il nome di Giovanni Paolo III. Il nuovo Papa, però, è un uomo fragile e capisce subito che sarà difficile prendere il posto del carismatico Pio XIII.

Javier Cámara torna a vestire i panni del Cardinale Bernardo Gutierrez, Cécile de France quelli di Sofia Dubois e Ludivine Sagnier quelli di Esther Aubry. Nel cast troviamo anche due guest star: Marilyn Manson e Sharon Stone (Olivia Lake in Mosaic).

Fonte: Sky

 

Deadwater Fell – 10 gennaio

È un thriller drama di 4 puntate da 60 minuti, trasmesso da Channel 4 e scritto da Daisy Coulam, la showrunner di Grantchester.

Tom (David Tennant, il demone Crowley in Good Omens) è un rispettato medico di famiglia che vive in un paesino scozzese con sua moglie Kate (Anna Madeley, Anya in Utopia) e le loro figlie. Una notte, la loro casa è distrutta da un incendio: lei e le bambine sono morte, mentre lui è portato in salvo in ospedale. Presto, però, risulta chiaro che la donna e le bimbe non sono state uccise dal fuoco. Mentre i sospetti cadono su Tom, Jess (Cush Jumbo, Lucca Quinn in The Good Wife e The Good Fight), la migliore amica di Kate, vuole scoprire la verità a tutti i costi.

Paesello dove tutti hanno qualcosa da nascondere, David Tennant e omicidi: se vi è piaciuto Broadchurch, Deadwater Fell è la miniserie per voi, anche se non c’è Olivia Colman.

Fonte: Radio Times

 

The Outsider – 13 gennaio

A proposito di piccole cittadine dove succedono cose terribili, il 13 gennaio arriva su HBO The Outsider, un crime soprannaturale di 10 episodi da 60 minuti tratto dal romanzo omonimo di Stephen King.

Lo showrunner della miniserie è Richard Price (The Night Of), mentre Jason Bateman (Martin Byrde in Ozark), vincitore del Premio Emmy 2019 alla miglior regia per una serie drama, dirige i primi due episodi e interpreta uno dei personaggi principali: Terry Maitland.

Il protagonista è il detective di polizia Ralph Anderson (Ben Mendelsohn, Danny Rayburn in Bloodline) che indaga sul brutale omicidio di un ragazzino di 11 anni.
Il principale sospettato è Terry Maitland: la prova del DNA e i testimoni oculari lo incastrano, lui però si dichiara innocente e le registrazioni video confermano che quel giorno si trovava a più di 100 chilometri dal luogo del delitto.
Le circostanze poco chiare portano Anderson a rivolgersi a Holly Gibney (Cynthia Erivo, Aretha Franklin nella terza stagione di Genius), investigatrice privata dalle capacità straordinarie, che gli spettatori di Mr. Mercedes già conoscono.

Dal trailer avrete riconosciuto: Julianne Nicholson (la dottoressa Lillian DePaul in Masters of Sex), Bill Camp (Dennis Box in The Night Of), Mare Winningham (Cherry Lockhart in The Affair) e Yul Vazquez (John Reyes in Russian Doll).

The Outsider andrà in onda in Italia su Sky Atlantic dal 26 febbraio.

Fonte: Deadline

 

Per adesso ci fermiamo qui, ma le serie di gennaio non sono finite: tornate sul blog per restare aggiornati!

The following two tabs change content below.

mangi

Ex traduttrice e resyncher di Italiansubs. Cito continuamente dialoghi e scene di serie TV, ma nessuno coglie mai i riferimenti ¯\_(ツ)_/¯. Serie del cuore: Boris, The Killing e qualsiasi cosa abbia sceneggiato Phoebe Waller-Bridge.

Ultimi post di mangi (vedi tutti)

Torna su